Seguici sui social

Web

Case vacanza: gli italiani alla scoperta della Sicilia per le ferie 2018

A trainare la crescita del settore turistico siciliano è sicuramente da una parte il ricco patrimonio culturale, storico e artistico presente nell’isola, le tradizioni enogastronomiche uniche e ricche di tantissime prelibatezze, ma soprattutto gli splendidi luoghi di villeggiatura

Pubblicato

il

Cala Incina
foto: Youtube

Anche per questo 2018 la Sicilia si posiziona tra le prime mete preferite dagli italiani, ma anche dagli stranieri, per trascorrere le vacanze estive. Questo è quanto emerge dal nuovo studio di settore redatto da CasaVacanza.it che mette in risalto come l’isola si posizioni tra le cinque mete preferite in base al numero di case vacanza e alloggi che sono stati prenotati tra la fine del 2017 e i primi mesi del nuovo anno, ovvero in regime Early Booking, 90 giorni prima dell’effettivo inizio del periodo di alloggio.

Lo studio mette subito in risalto come la Sicilia occupi la quarta posizione tra le preferenze, con il podio occupato nell’ordine da Puglia, Sardegna e Toscana seguita appunto dall’isola con l’8,6% delle preferenze, mentre in quinta posizione troviamo l’Emilia Romagna con il 6,5%. A trainare la crescita del settore turistico siciliano è sicuramente da una parte il ricco patrimonio culturale, storico e artistico presente nell’isola, le tradizioni enogastronomiche uniche e ricche di tantissime prelibatezze, ma soprattutto gli splendidi luoghi di villeggiatura che ora forniscono servizi e strutture che non hanno nulla da invidiare a quelle delle più rinomate località. In aggiunta, a favorito questa crescita anche l’incremento e l’ottimizzazione dei servizi di trasporto aereo e marittimo, con un incremento del numero di voli e navi tra Palermo e Napoli che sono disponibili a ogni genere di ora del giorno e della notte, grazie a soluzioni confortevoli e funzionali che i grossi operatori del settore, quali Moby, mettono in campo per permettere a chiunque di raggiungere l’isola con un costo contenuto.

Dai dati emersi dalle prenotazioni effettuate finora, va sottolineato come anche il numero degli stranieri che hanno deciso di pianificare le loro vacanze in Italia, prenotando in Sicilia sia aumentato, salendo dal 10% del 2017 al 13% del 2018. Tra i principali attori, in termini di paesi, troviamo la Germania, seguita da Francia e Inghilterra. Per quello che riguarda il costo medio delle vacanze che sono state prenotate, troviamo preventivi medi per 935 euro relativi a soggiorni della durata media di 10 notti. Sale molto anche la richiesta per l’alloggio in case vacanza, sempre più turisti si organizzano in gruppi di 4 persone di media per passare le loro vacanze all’interno di una delle tante case che vengono messe a disposizione per l’affitto ai turisti nel periodo estivo.

Cambiano anche le motivazioni per cui gli italiani effettuano le prenotazioni per le vacanze con largo anticipo, prima questa prassi era effettuata principalmente per spuntare un prezzo più vantaggioso per la spesa relativa al pacchetto vacanza, ora invece tale pratica è legata al volersi assicurare l’alloggio migliore per le proprie esigenze. La spesa generale di sicuro non è inferiore a quella di coloro che prenoteranno in modalità last minute, ma di certo tale scelta viene premiata dalla scelta più ampia relativa agli alloggi e strutture disponibili.

Infine, per quanto concerne le motivazioni che hanno spinto i turisti a prenotare in Sicilia, al primo posto troviamo il ricco patrimonio storico e culturale presente nella regione, al secondo posto le prelibatezze enogastronomiche e in terza posizione il vantaggioso rapporto qualità e prezzo che tali località offrono ai visitatori.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it