Seguici sui social

Calcio

Foggia, Kragl e la terribile banda Stroppa: come risalire da un baratro

Tre vittorie consecutive per i rossoneri, che adesso provano ad affacciarsi nella prima metà di classifica. Gioco intenso, gradevole: noi ci credevamo…

Pubblicato

il

Giovanni Stroppa
foto: cornermessina.it

Alzi la mano chi ci credeva! Entella, Avellino e Palermo, di cui la prima e l’ultima in trasferta. Il Foggia Calcio è una squadra che, al di là delle simpatie del tifo, è davvero difficile che rimanga indifferente.

Giovannino Stroppa ha messo in piedi un impianto di gioco niente male. Nove punti nelle ultime gare significano, per i satanelli, la fuoriuscita dalla zona rossa della classifica.

Colpisce, più che altro, il modo in cui sono arrivate le vittorie. Gioco palla a terra, intensità, grande prestanza atletica. Il Foggia, adesso, sta dimostrando di avere le cifre tecniche e agonistiche per partecipare a un campionato come quello di Serie B.

Una squadra più quadrata, più tosta, più cinica. Seppur davanti al proprio pubblico abbia vinto solo col Perugia, all’andata, e nel desolante scenario di uno Zaccheria vuoto, due sabati fa con l’Avellino. Il trend fuori casa dice tutt’altro: venti punti conquistati, dietro solo al Cittadella che ne ha 23. Insomma, una media da promozione diretta.

Foggia, difficile adesso privarsi dei propri sogni

La classifica non appare proibitiva: sono cinque punti dall’ottavo posto (ma anche quattro punti dalla zona playout). Non escludiamo che la compagine rossonera possa essere una mina vagante per il girone di ritorno. Ma l’esperienza ci suggerisce di indurre i tifosi dei satanelli a tenere ancora i piedi per terra: raggiungere i playoff potrebbe essere difficile.

Certo, con questo Oliver Kragl…il tedesco sta facendo davvero bene. Non lo scopriamo certo noi: atleticamente fortissimo, ottimo in fase difensiva. E, soprattutto, ha un tiro davvero formidabile. Chiedere a Iacobucci, ma anche a Posavec. Davvero impossibile anche solo pensare di respingere alcune sue conclusioni verso la porta.

Dicevamo: alzi la mano chi ci credeva? Beh, possiamo dire di annoverarci tra i primi sostenitori di questo gruppo, quando tutto sembrava, a detta di qualche tifoso, ‘stagnante’. “Il Foggia farà strada“, dicevamo. Chissà che non possa compierne ancora, di cammino…

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it