Seguici sui social

Calcio

Palermo-Salernitana, rischio DASPO per 42 sostenitori granata

Il pullman di un gruppo di tifosi del cavalluccio fu perquisito dagli agenti di polizia siciliani, che nell’occasione trovarono numeroso materiale pirotecnico

Pubblicato

il

Tifosi della Salernitana
Foto: amalfinotizie.it

Riguardo lo scorso Palermo-Salernitana potrebbe esserci un’amara sorpresa per quarantadue sostenitori granata. Questi, infatti, sarebbero a rischio DASPO, secondo l’edizione di questa mattina de “La Città”.

Il fattaccio sotto esame della Questura siciliana è avvenuto a bordo del pullman su cui viaggiavano i tifosi del cavalluccio per la gara che si è giocata lo scorso 28 dicembre. Su di esso furono infatti ritrovati materiali pirotecnici.

Dai controlli effettuati dagli agenti di polizia, nei quali sono stati identificati tutti i granata ‘colpevoli’, potrebbe arrivare un provvedimento davvero drastico. Si va, infatti, verso un DASPO di gruppo per tutti coloro i quali verranno giudicati incriminati dall’episodio.

Daspo dopo Palermo-Salernitana, sarebbe un duro colpo per la tifoseria del cavalluccio

La perquisizione oggetto d’analisi è stata effettuata dagli agenti dei commissariati di Bagheria, Termini Imerese e del XI reparto mobile di Palermo. La polizia ha sequestrato nell’occasione una “torta 100 colpi”, una ventina di “candele” e dei “bengala fireman”.

Davvero un episodio che farà tanto discutere all’interno dell’ambiente dei tifosi della Salernitana. L’unica speranza, in questo caso, è quella di una grazia da parte della questura. Effettivamente il ritrovamento c’è stato; dunque, per 42 granata non resta che attendere la sentenza.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it