Seguici sui social

Cronaca

Ospedale Nocera Inferiore, trattamento ipotermico: è la prima volta in provincia di Salerno

Trattamento ipotermico del neonato asfittico: alla Tin dell’Umberto I l’innovativa terapia che ha curato un piccolissimo paziente. Si tratta di un debutto per la “macchina del freddo”

Pubblicato

il

Ospedale Nocera Inferiore
foto: IlMattino.it

Una tecnica innovativa, sperimentata per la prima volta in provincia di Salerno. All’ospedale di Nocera Inferiore un piccolissimo paziente è stato sottoposto a un iter senza dubbio particolare.

Ospedale Nocera Inferiore: un grande successo, neonato curato con una tecnica innovativa

Nel reparto di terapia intensiva neonatale (TIN) dell’Umberto I c’è stato il primo tentativo di trattamento ipotermico su un neonato asfittico. Un esperimento andato a gonfie vele, come testimonia il dottor Attilio Barbarulo, uno dei più noti medici del reparto. Lo stesso medico ha riportato il videoservizio di “Telenuova”, che racconta quanto di straordinario è accaduto all’ospedale nocerino.

L’innovativa terapia consiste nell’abbassamento della temperatura fino a 33 gradi centigradi. Lo stesso intervento era stato effettuato in una clinica privata della provincia di Napoli.

Il neonato è stato trasportato d’urgenza all’Umberto I con evidenti segni di asfissia, che poteva provocare danni irreversibili al sistema nervoso. Il reparto diretto dal dottor Ignazio Franzese è riuscito a ridurre al minimo i danni cerebrali provocati dalla condizione del piccolo, curandolo.

Come riporta ancora “Telenuova”, l’ospedale di Nocera Inferiore non era dotato della “macchina del freddo”, che è stata concessa dall’Asl Salerno per questo intervento. Il raffreddamento del neonato avviene tramite un materassino d’acqua, sul quale il bimbo viene adagiato. Dopo 72 ore la temperatura del piccolo viene riportata alla normale condizione.

Un grandissimo successo dell’Umberto I, di Franzese, Barbarulo e di tutti i medici dell’ospedale nocerino. La struttura della città capofila dell’Agro si conferma e si rilancia come uno dei punti di riferimento della sanità della zona.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e aspirante giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, attualmente studia Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

I più letti