Seguici sui social

Tecnologia

5G Vodafone Italia: quando e dove, cosa cambia dal 4G, frequenze mobile, salute

Tutto ciò che vi serve sapere sulla novità implementata in Italia: ecco le info per gli amanti della tecnologia e non

Pubblicato

il

5G Connessione
foto: personaldata.it

Una gustosa novità per gli appassionati di telefonia arriva anche in Italia. Sbarca infatti nel nostro Paese la connessione mobile 5G di Vodafone. Ecco alcune info in merito: dove è stata introdotta, quando verrà implementata in tutta Italia, quali sono le differenze sostanziali dal 4G, se ci sono abbastanza frequenze e rischi per la salute.

5G vs 4G, cosa cambia e quali sono le differenze

Come tutti avrete saputo, Vodafone ha deciso di portare la connessione mobile 5G anche in Italia. Si tratta di una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda il mondo della telefonia: tante, infatti, le novità in arrivo con l’introduzione della nuova tecnologia, che in generale porterà a un miglioramento delle prestazioni di smartphone, tablet e dispositivi mobile per quanto riguarda la connessione Internet.

Cosa cambia, in sostanza, rispetto al 4G? Sicuramente la velocità della connessione, che potrebbe raggiungere i 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload. Con una velocità di questo tipo, sarà sicuramente più facile per gli utenti guardare contenuti ‘pesanti’, come i video in streaming.

Inoltre, il 5G potrebbe portare una latenza decisamente inferiore rispetto agli standard attuali, nonché, per quanto riguarda i consumi, una maggiore efficienza energetica.

5G Vodafone Italia, la lista delle città in cui è presente

Ieri mattina è stato annunciato che Vodafone ha implementato il 5G in cinque (sarà un caso?) delle più importanti città italiane. Ecco la (breve) lista delle località in cui la nuova connessione Vodafone è già presente:

  • Milano
  • Roma
  • Torino
  • Bologna
  • Napoli

Si tratta di un esperimento? Neanche tanto: Vodafone in questo senso potrebbe rappresentare una garanzia, e dunque offrire un servizio di livello alto. Staremo a vedere come sarà effettivamente la connessione 5G grazie a questo primo importante test.

Connessione Mobile 5G, quando e dove verrà installata in tutta Italia

La connessione mobile 5G dovrebbe essere pronta per il debutto su larga scala in Italia a partire dalla fine del 2020. Dunque, dovremo aspettare ancora un anno e mezzo circa prima che questa trovi largo spazio in tutto il nostro Paese. Ovviamente, chi abita nelle immediate vicinanze delle cinque città di cui sopra, non dovrà attendere molto per un primo test.

Queste le parole a riguardo di Aldo Bisio, amministratore delegato di Vodafone Italia, a “Corriere della Sera”: “Partiamo da 5 grandi città ma entro due anni copriremo 100 città, con 40-50 città attive già nel corso del 2020. Il 5G apre una nuova era, l’era dei nuovi servizi per i consumatori che oggi non sono nemmeno concepibili. Il 5G offrirà un’interattività totalmente immersiva. Un nuovo mondo di servizi anche per le imprese“.

5G Salute, ci sono dei rischi per l’uomo?

Negli scorsi mesi alcuni siti Internet hanno fatto girare alcune voci che volevano il 5G come pericoloso per la salute e dannoso per l’organismo. Tuttavia, stando a quanto si legge ora, pare che si tratti di vere e proprie bufale.

Di norma, il pensiero collettivo crede che con un aumento della velocità della connessione mobile arrivi anche un concreto rischio per la salute. Tuttavia, non sembrano esistere prove scientifiche che l’esposizione a campi elettromagnetici possa provocare danni per la salute. Ciò sembra valere per il 5G, per il Wifi, e per qualsiasi dispositivo che emette segnali elettromagnetici.

5G Salute, tutte le info sulle frequenze

Inoltre, una ‘prova provata’ consiste nel dato di fatto che gli operatori italiani si siano aggiudicati frequenze che sono nell’ordine di quelle già sino ad oggi adoperate. Dunque, si tratta delle stesse frequenze già presenti sul territorio italiano, e già testate per questo tipo di evenienze.

A ciò si aggiunge il fatto che, come detto in precedenza, addirittura maggiore frequenza significa un elevata velocità di scambio dei dati ma anche un minore consumo di energia.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it