Seguici sui social

Cronaca

Arrestato Marco Di Lauro, il video: era tra i latitanti italiani più pericolosi

Il boss della camorra fuggiva dal 7 dicembre 2004. Salvini: “Nessuna tregua ai criminali”, il questore De Iesu: “Siamo contenti”

Pubblicato

il

Il boss della camorra Marco Di Lauro è stato arrestato quest’oggi a Napoli, precisamente nel quartiere Chiaiano, in via Emilio Scaglione. Considerato tra i latitanti italiani più pericolosi, fuggiva dal 7 dicembre 2004 quando riuscì a sottrarsi a un blitz. Ecco il video dell’arresto del camorrista, girato da Fanpage.

Marco Di Lauro era dietro Matteo Messina Denaro tra i latitanti italiani più pericolosi

Marco Di Lauro era ricercato per aver compiuto il reato di associazione di tipo mafioso, nonché altri reati. Si trattava di uno dei latitanti italiani inseriti nella lista dei ricercati in campo internazionale. Faceva infatti parte dell’elenco dei latitanti più temibili. In molti, infatti, lo inseriscono subito dopo Matteo Messina Denaro in indice di pericolosità.

L’operazione è stata gestita, tra gli altri, dal questore di Napoli Antonio De Iesu e dal comandante provinciale dei carabinieri Ubaldo Del Monaco, presenti in strada. “Marco Di Lauro non era armato e non ha opposto resistenza. Siamo contenti per questo arresto“; questo il commento dei due.

Arrestato Marco Di Lauro, Salvini: “Nessuna tregua ai criminali!

Arrivano anche i complimenti di Matteo Salvini:Dopo l’arresto di un terrorista algerino dell’Isis le forze dell’ordine italiane mettono a segno un’altra operazione importantissima. Nessuna tregua ai criminali!“.

Enorme anche la manifestazione di giubilo da parte della folla della periferia nord di Napoli, che si è vivamente congratulata con le forze dell’ordine, insultando Di Lauro (come riporta lo stesso “Fanpage”) e accogliendo con grande gioia la riuscita dell’operazione.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e aspirante giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

I più letti