Seguici sui social

Calcio

Avellino: presi De Risio e Cabezas, vicino Mastalli

La società irpina, come confermato dal direttore sportivo Vincenzo De Vito ai microfoni di IrpiniaNews, ha messo a segno due colpi in entrata, e continua a lavorare su questo fronte.

Pubblicato

il

Avellino Curva
Foto: hellas1903.it

Il calciomercato della Serie B non si ferma mai, nonostante il periodo di sosta del calcio italiano. Anche se con un po’ di ritardo, l’Avellino si è mossa per regalare a Novellino i rinforzi giusti. Nelle ultime ore sono stati messi a segno due colpi in entrata, e si lavora per un terzo.

Calciomercato Avellino: le parole di Vincenzo De Vito

La squadra del patron Taccone si è mossa con un po’ di ritardo, ma lo ha fatto con decisione. Nei prossimi giorni saranno nella città di Avellino per firmare sia De Risio che Cabezas, mentre per Mastalli c’è ancora da lavorare. Ai microfoni del quotidiano Irpinia News, il direttore sportivo dei biancoverdi ha fatto il punto sullo stato delle trattative:

“Nella giornata di lunedì Cabezas sarà in città e martedì sarà presentato. Mentre sempre nel primo giorno della settimana De Risio sosterrà le visite mediche di rito. È un mediano alla Di Tacchio, fa al caso nostro, mentre Mastalli è uno alla D’Angelo, per lui però è ancora tutto in piedi”.

Per chi entra c’è chi esce, e rispondono al nome di Paghera e Moretti:

“Sono calciatori che ha voluto il mister, ma non sono riusciti a trovare la giusta collocazione. Per il loro bene dovranno trovare delle strade alternative”.

È un giovane ammiratore del giornalismo in tutte le sue sfumature che prova a raccontare la verità delle cose nel migliore dei modi. Giornalista praticante, attivista antimafia e ogni tanto scrittore di pensieri.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it