Seguici sui social

Calcio

È morta la sorella di Gattuso, tremendo lutto in casa Napoli

La donna era ricoverata a Varese dallo scorso febbraio, in seguito a un malore. Il tecnico azzurro ha appreso la notizia mentre dirigeva l’allenamento con la squadra

Pubblicato

il

Gattuso Milan
foto: lastampa.it

Un tremendo lutto scuote il Napoli per il dolore che nelle ultime ore sta vivendo il suo allenatore. È morta la sorella di Gennaro Gattuso, tecnico azzurro. La brutta notizia è stata riportata dal “Corriere dello Sport”.

È morta la sorella di Gattuso, la donna era in ospedale dal 3 febbraio dopo un malore

La donna era ricoverata in ospedale a Varese dal 3 febbraio scorso. Aveva accusato un malore, nel giorno in cui il Napoli era in trasferta a Genova contro la Sampdoria.

Il tecnico azzurro ha appreso la terribile notizia mentre stava dirigendo l’allenamento con la squadra al centro sportivo di Castelvolturno. Il dolore immenso di Gattuso, che all’epoca dei fatti tornò immediatamente a Varese per sincerarsi delle condizioni della sorella, che abitava a Gallarate, dove risiede da anni sia la famiglia dell’ex milanista sia lo stesso allenatore.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it