Seguici sui social

Video

Falso cieco a Napoli, guidava lo scooter e aveva la patente

Il truffatore 46enne lavorava come centralinista al comune, posto che ricopriva grazie allo status di invalido. Sequestrati circa 110000 euro in immobili, conti e terreni

Pubblicato

il

Un uomo è stato accusato di truffa aggravata ai danni dello Stato per essersi finto non vedente, al fine di conseguire un posto di lavoro riservato ai disabili. Il falso cieco a Napoli, dove la guardia di finanza ha sequestrato oltre 110mila euro di beni all’uomo: due immobili, un terreno e diversi conti correnti bancari.

Falso cieco a Napoli, l’uomo lavorava grazie allo status di invalido

Per lo Stato il 46enne era invalido dal 2003, e svolgeva diverse attività non compatibili con lo status di cieco civile. Tra queste c’era la guida di uno scooter, del quale era in possesso, e per la cui guida aveva anche l’apposita patente. Il truffatore, inoltre, durante la visita medica per il rinnovo della licenza di guida, aveva superato le prove con una capacità visiva attestata a 8/10 per occhio.

Una buona vista, dunque, per colui che lavorava come centralinista non vedente al Comune di Napoli dal 2001. Per l’uomo è stato emesso un provvedimento cautelare di sequestro preventivo di un importo equivalente a quello erogato dall’Inps come pensione e come invalidità di accompagnamento.

Il video con le immagini della guardia di finanza è di Pupia Tv.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e aspirante giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, attualmente studia Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

I più letti