Seguici sui social

Web

Gioco online, la situazione attuale aspettando gli effetti del Decreto Dignità

Nonostante i timori degli addetti ai lavori, il grande boom dei dispositivi mobili e il passaggio, quindi, dallo scommettere e puntare tramite pc al gioco via smartphone non ha inciso in alcun modo sui risultati del gioco digitale

Pubblicato

il

Giochi Online
Foto: lindro.it
';

Correva il mese di luglio quando è entrato definitivamente in vigore il Decreto Dignità, che chiaramente ha portato dei cambiamenti notevoli nel mondo del gioco d’azzardo. Il primo elemento di rivoluzione rispetto al passato è certamente rappresentato dallo stop alle pubblicità, in televisione in modo particolare, ma anche alle varie sponsorizzazioni.

Diciamo la verità: dopo le diverse proroghe che avevano fatto ritardare notevolmente l’entrata in vigore del Decreto Dignità, tanti operatori si attendevano una situazione piuttosto difficile del settore, che avrebbe risentito, e non poco, del fatto di poter più fare pubblicità adeguata, sfruttando tutti i canali che fino a quel momento erano concessi.

Gioco online, l’entrata definitiva in vigore del Decreto Dignità nello scorso mese di luglio

La promulgazione del Decreto Dignità è arrivata esattamente lo scorso 14 luglio e, da quel momento, è passato qualche mese, ma in realtà il settore del gioco non sembra averne risentito così tanto. Anzi, i numeri del gioco online proseguono nella tendenza positiva degli ultimi anni. Probabilmente, l’effetto principale di tale novità normativa ha coinciso con un cambiamento nel modo di approcciarsi al gioco online.

D’altra parte, è vero che le potenzialità dei casino online soldi veri, nel corso degli ultimi anni, sono cresciute a dismisura, anche per via di un rapidissimo sviluppo che ha coinvolto tutto il settore. Un vero e proprio boom che, in men che non si dica, ha cambiato completamente anche il modo di giocare. Infatti, negli ultimi mesi abbiamo assistito pure al sorpasso dei giocatori da mobile rispetto a chi, invece, punta e scommette da computer, desktop o laptop che sia.

In ogni caso, il bilancio operativo del gioco online fino a giugno 2019 ha dato riscontri più che positivi, con un risultato pari a ben 62 milioni di euro. Nel mese di giugno il settore ha fatto registrare una crescita pari al 12.7% rispetto a giugno 2018.

Nonostante i timori degli addetti ai lavori, il grande boom dei dispositivi mobili e il passaggio, quindi, dallo scommettere e puntare tramite pc al gioco via smartphone non ha inciso in alcun modo sui risultati del gioco digitale. Anzi, al contrario, il surplus è stato molto facile da notare e sembra che proprio grazie a questa nuova tendenza, si siano aperte tante altre nuove prospettive.

In realtà, i segnali di una tale evoluzione era piuttosto facili da intuire già da quantomeno due anni: ecco spiegato il motivo per cui un gran numero di piattaforme di gambling ha lavorato in maniera preventiva per sviluppare una serie di applicazioni e di proposte online che potessero garantire, dal punto di vista grafico, un livello di qualità eccellente.

Il calo fatto registrare dalle poker room

L’unica nota negativa dell’intero settore è rappresentata dalle poker room, che stanno perdendo sempre più terreno nel corso degli ultimi mesi. Il motivo? Semplice, il contemporaneo boom di tanti altri giochi tipici da casinò, come ad esempio baccarat, blackjack, roulette e slot machine, ha catturato l’attenzione e gli apprezzamenti degli utenti, che si caratterizzano per essere di breve durata e molto più semplici nell’approccio sul web.

Come detto, c’è stato il definitivo sorpasso da parte degli utenti che giocano da smartphone, con una piccola nota da sottolineare. Infatti, nonostante quello che si possa pensare, gli utenti, al giorno d’oggi, preferiscono giocare in modalità cloud, browser e interattiva. Quindi, non amano scaricare nulla sul proprio dispositivo mobile, ma sfruttare più che altro il sistema plug and play. È chiaro come, nel corso del secondo semestre del 2019, si potrà capire meglio quale possa essere il reale impatto del Decreto Dignità sul mondo del casinò online, soprattutto dopo l’impossibilità di creare spot pubblicitari e quant’altro per attirare gli utenti.

';

I più letti