Seguici sui social

Musica

Il 21 giugno sarà un giorno #senzamusica: i motivi della protesta lanciata dagli artisti

La protesta contro il governo per le misure economiche post-Covid

Pubblicato

il

Musica Classica Piano Violino
Foto: blogdellamusica.eu

Nella musica lavorano in tanti, non solo i musicisti e i cantanti. La Musica fa cultura, educa, emoziona, intrattiene e, se non bastasse, produce economie importanti (il solo comparto Cultura fa il 16% del PIL) dando lavoro a decine di migliaia di persone che oggi, causa CoVid19, rischiano di restare a casa. Sappiamo che ci sono delle proposte di emendamento al DL Rilancio che ci riguardano. Chiediamo che la politica non le ignori, adoperandosi al più presto per dare finalmente dignità a tutti coloro i quali lavorano per il bene della Musica.”

Questo messaggio è stato condiviso sui social da molti cantanti: Brunori, Claudia Lagona (in arte Levante), Andrea Appino e tanti altri.

Il 21 giugno sarà un giorno senza musica. La motivazione è molto semplice: il settore culturale, e in particolar modo quello musicale, pretende di non essere tagliato fuori dal nuovo DL Rilancio. Circa 8000 sono le proposte da varare, tra queste molte riguardano il mondo della musica e dei concerti e tutto ciò che sta dietro questo mondo: tecnici, fonici etc…

La musica chiede garanzie al governo e lancia l’hashtag #senzamusica per farsi “ascoltare”.

Nata a Nocera Inferiore il 3 dicembre 2000, è giornalista praticante presso ZetaNews. Diplomata al Liceo Classico "Marco Galdi" nel 2019, dallo stesso anno è studentessa di Lettere Classiche presso l’Università degli studi di Salerno. Appassionata di scrittura creativa, ha partecipato a diversi concorsi letterari: nel 2016 si è classificata terza al concorso “le parole sono ponti” e nel 2019 si è classificata seconda al Premio Badia di Cava De’ Tirreni. Ama i libri, l’arte e raccontare le ingiuste condizioni del patrimonio artistico della città in cui vive. “Figlia” del Pirandello giornalista, cerca di non fermarsi mai alla narrazione superficiale degli eventi. «E mentre il sociologo descrive la vita sociale qual essa risulta dalle osservazioni esterne, l’umorista armato del suo arguto intuito dimostra, rivela come le apparenze siano profondamente diverse dall’essere intimo della coscienza degli associati». (Pirandello, saggio sull’umorismo)

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it