Seguici sui social

Calcio

Juventus News, Marotta non sarà più amministratore delegato

Il dirigente si è dimesso dalle cariche di Amministratore delegato e Direttore generale della Juventus: la clamorosa notizia data al termine della partita con il Napoli

Pubblicato

il

Giuseppe Marotta
Foto: contropiedeazzurro.it

Le strade di Giuseppe Marotta e la Juventus si dividono. Il dirigente sportivo lascia la società bianconera dopo otto anni che l’hanno visto vincere sette scudetti, tre Supercoppe italiane e quattro Coppe Italia. Dopo la vittoria contro il Napoli per 3 a 1, Marotta è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per annunciare l’addio alla società bianconera.

L’addio non sarà, tuttavia, immediato: da un punto di vista fattivo e formale, Marotta resterà alla Juve per qualche settimana ancora, fino alla prossima Assemblea degli azionisti (in programma il prossimo 25 ottobre), dove verrà nominato il nuovo Consiglio di amministrazione “Il mio mandato di amministratore delegato scadrà il 25 ottobre, la società e gli azionisti stanno attuando una politica di rinnovamento. Nella lista dei nuovi candidati non ci sarà più il mio nome. Rimarrò nella Juve come direttore generale dell’area sport. Smentisco categoricamente che io possa essere candidato alla Figc, in questo momento è un’esperienza che non mi tocca“.

Giuseppe Marotta lascia la Juventus: “Sono stati 8 anni molto belli”

Marotta ha poi concluso: “Sono stati 8 anni molto belli, coronati da tanti successi. La Juventus sarà sempre nel mio cuore, così come le persone che rappresentano questa società. La decisione mia o del club? più avanti saremo più precisi su questa cosa. Avremo modo e tempo per affrontare nel dettaglio questa decisione.“.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it