Seguici sui social

Calcio

Lazio-Lecce 4-2, Sticchi Damiani: “Partita condizionata dall’arbitraggio”

Il numero uno giallorosso: “Interpretazioni cervellotiche della regola sul rigore. Se la prassi è questa, cambiamo le regole, ma è difficile spiegare la prassi a quattromila tifosi”

Pubblicato

il

Damiani Presidente Lecce
Fonte: Lecce Calcio
';

È un Saverio Sticchi Damiani piuttosto contrariato quello che si presenta ai microfoni di Sky. Il presidente del Lecce ha rilasciato alcune dichiarazioni alla tv al termine della partita persa dai suoi sul campo della Lazio per quattro a due.

Nel mirino la direzione di gara del signor Manganiello di Pinerolo; nello specifico, il pareggio di Lapadula negato dal Var.

Lazio-Lecce 4-2, Sticchi Damiani: “Difficile spiegare ciò a 4mila tifosi giallorossi”

Queste le parole del numero uno dei salentini: “Oggi il Lecce meritava molto di più, è stata una partita profondamente condizionata dalle scelte arbitrali. Ci sono alcune interpretazioni cervellotiche. Mi riferisco all’episodio sul calcio di rigore. Ci sono tre giocatori della Lazio che entrano in area, il calcio di rigore è da ripetere. Se entrano in area i giocatori di entrambe le squadre, è così. Se la prassi dice l’opposto, cambiamo la regola. Ed è difficile spiegare la prassi a quattromila tifosi che erano con noi a Roma. Si tratta di un errore clamoroso“.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

I più letti