Seguici sui social

Cronaca

Tumori a Nocera, dato più alto che in provincia: statistiche ufficiali

Il rapporto presentato dal dottor Stile racconta di numeri piuttosto drammatici, per una zona, quella del Distretto 60, decisamente più colpita da malattie di questo tipo, rispetto al resto della provincia

Pubblicato

il

Medico in camice
';

Ciò di cui si parla, forse troppo poco, ha avuto conferma. Il triste dato delle malattie di tipo oncologico risulta più alto a Nocera Inferiore, rispetto a molte altre zone della provincia. Lo confermano le statistiche ufficiali, datate 2012, ma recuperate solo negli ultimi giorni, anche grazie all’azione del dottor Vincenzo Stile, Presidente della Commissione speciale Sanità del Comune di Nocera Inferiore.

';

Il medico ha raccontato di drammatici numeri che riguardano il periodo che va dal 2003 fino al 2012. Fonte, il Registro Tumori dell’Asl Salerno, che fa parte della rete oncologica della Regione Campania.

Tumori nell’Agro, alcuni estratti del rapporto ufficiale

In esso, i dati di Nocera e del Distretto 60, al quale appartengono i comuni di Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Roccapiemonte, Castel San Giorgio, rilevano, si legge, “un rapporto standardizzato di incidenza (SIR) pari a 1.09, superiore del 9% rispetto al SIR dell’intera Provincia di Salerno posto uguale a 1, per un totale di 2250 casi, il che si concretizza in 194 casi in più rispetto all’atteso ( che era di 2056,82 casi), per l’intero distretto 60 il SIR è pari a 1,06, 6% in più rispetto all’intera provincia di Salerno“.

Inoltre, anche la mortalità nel decennio 2002-2013 “presenta un rapporto standardizzato di mortalità (SMR) di 1,12, più elevato del 12% rispetto al rapporto standardizzato di mortalità (SMR) provinciale, per un totale di 1081 casi di morte per malattie oncologiche maligne a Nocera Inferiore nell’arco del decennio 2003-2012“.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

I più letti