Seguici sui social

Attualità

Cashback di Stato, verso l’avvio l’8 dicembre. Ecco come funziona

Tutto quello che c’è da sapere sulla misura inclusa nel piano dell’Italia cashless che prevede un rimborso per gli acquisti effettuati con pagamento elettronico

Pubblicato

il

Pagamento Elettronico
foto: pxhere.com

Il cashback di Stato dovrebbe partire il prossimo 8 dicembre. La misura del Governo che prevede il rimborso al 10% per gli acquisti effettuati nei negozi fisici attraverso strumenti di pagamento elettronici è pronto per essere avviato. Ma che cos’è questo strumento, e come funziona?

Cos’è il cashback di Stato: cosa prevede questa misura

La misura del cashback di Stato è un sistema di restituzione che riguarda gli importi degli acquisti effettuati con pagamenti digitali, parametrato al volume delle transazioni compiute, che consente al consumatore di avere un rimborso in base alle spese sostenute.

Queste le parole del ministro Gualtieri a riguardo: “Si tratta di un meccanismo a punti, non di sconti, che consente di cumulare il vantaggio di un certo numero di transazioni per avere indietro risorse che possono variare a secondo del numero di transazioni; potranno beneficiarne tutti i consumatori italiani e consentirà di avere questi rimborsi in tranche semestrali prima delle vacanze estive e poi dell’anno successivo”.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 novembre il decreto che sancisce le modalità attraverso cui verrà applicato il piano cashback di Stato, il cui avvio era inizialmente previsto per il 1° dicembre, ma per cui è stato deciso, in virtù della considerazione dello stato attuale dell’emergenza sanitaria, di attendere ancora qualche giorno. Plausibile che la decisione sia stata presa per i consumatori, che avranno quindi la possibilità di candidare già gli acquisti di Natale per il piano di rimborsi, nell’ottica del piano denominato Italia Cashless.

Come funziona il cashback di Stato: ecco come iscriversi e attivarlo

Il cashback di Stato sarà a regime da gennaio e sarà strutturato su base semestrale; quella di dicembre sarà una sperimentazione, con un rimborso straordinario che vale fino a 150 euro. Successivamente, ci saranno due rimborsi semestrali da 150 euro all’anno, per un totale di 300 euro annui. Il più consistente dei cashback sarà quello di 1500 euro a semestre, per i maggiori utilizzatori del denaro elettronico.

Pubblicità

Come iscriversi al cashback di Stato? Per attivarlo, nell’ottica di una digitalizzazione dei processi, servirà l’app IO, dedicata ai maggiorenni residenti in Italia per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione via Spid, l’identità digitale dei cittadini, o con la Carta di identità elettronica. Per utilizzarla, è necessario scaricarla su smartphone, tablet o altro dispositivo mobile.

Successivamente, l’utente dovrà dichiarare di essere maggiorenne, residente in Italia, e che gli strumenti di pagamento registrati vengono utilizzati “esclusivamente per acquisti effettuati fuori dall’esercizio di attività d’impresa, arte o professione”. Per registrarsi dovrà anche indicare indicare il proprio codice fiscale da abbinare agli strumenti di pagamento del programma. Infine, ultimo fondamentale step, l’Iban sul quale effettuare il rimborso.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: Culturando APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Atzori, 123 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!