Seguici sui social

Costume

Pride Month: che cos’è, cosa significa e perché cade a giugno

Il mese dell’orgoglio LGBT è iniziato: tutto ciò che c’è da sapere sulle origini di questa ricorrenza

Pubblicato

il

Bandiera LGBT

È iniziato a giugno il Pride Month, il mese dell’orgoglio LGBT+. Quest’anno ha una veste innovativa e virtuale, dovuta alle particolari condizioni in cui viviamo che, per ovvi motivi, non permettono l’organizzazione delle parate che si tengono annualmente in tutto il mondo. Annullati tutti gli eventi, la comunità LGBT+ non si è persa d’animo e ha usato internet per espandere virtualmente il proprio messaggio a tutti.

Pride Month, che cos’è e perché si fa a giugno

Perché proprio giugno. Il mese di giugno fu scelto dalla comunità LGBT+ per commemorare i moti di Stonewall scoppiati il giugno del 1969. Negli anni ’60, vi erano all’ordine del giorno retate della polizia nei bar e nei ritrovi gay. Essere gay era ancora un tabù e i più tendevano a nascondersi. Il perpetuarsi di queste retate alimentò il malumore generale che sfociò poi in una serie di rivolte, oggi conosciute come “i moti di Stonewall”. Il volto di questi fu una donna transessuale, Sylvia Riviera, che fu la prima a lanciare una bottiglia di vetro contro la polizia dando così inizio alla prima rivolta.

In memoria di questi moti, la comunità LGBT+ ha scelto il 28 giugno come data del “Gay Pride” o “Giornata Mondiale dell’orgoglio LGBT”, una giornata internazionale per la promozione di autoaffermazione, dignità, uguaglianza e maggiore visibilità delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender come gruppo sociale.

Pride Month 2020, il Pride Project di Muriel

The Pride Project by Muriel. Tra i tanti progetti proposti sui vari social, c’è anche quello di Muriel, attivista e YouTuber. The Pride Project è il suo personale palinsesto creato appositamente per il Pride Month dove ogni giorno per tutto il mese di giugno proporrà sul suo profilo Instagram (https://instagram.com/murielxo?igshid=1qnjtak2a11aj) contenuti di sensibilizzazione, informazione e intrattenimento ma anche fashion e beauty sotto il segno dell’orgoglio LGBT+.

Nata a Nocera Inferiore il 3 dicembre 2000, è giornalista praticante presso ZetaNews. Diplomata al Liceo Classico "Marco Galdi" nel 2019, dallo stesso anno è studentessa di Lettere Classiche presso l’Università degli studi di Salerno. Appassionata di scrittura creativa, ha partecipato a diversi concorsi letterari: nel 2016 si è classificata terza al concorso “le parole sono ponti” e nel 2019 si è classificata seconda al Premio Badia di Cava De’ Tirreni. Ama i libri, l’arte e raccontare le ingiuste condizioni del patrimonio artistico della città in cui vive. “Figlia” del Pirandello giornalista, cerca di non fermarsi mai alla narrazione superficiale degli eventi. «E mentre il sociologo descrive la vita sociale qual essa risulta dalle osservazioni esterne, l’umorista armato del suo arguto intuito dimostra, rivela come le apparenze siano profondamente diverse dall’essere intimo della coscienza degli associati». (Pirandello, saggio sull’umorismo)

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it