Seguici sui social

Attualità

Natale 2020 col Covid: come sarà. Ecco le possibili regole e il dossier al vaglio del Governo

Le festività natalizie si avvicinano e non ci sono ancora certezze su come si potrà trascorrerle

Pubblicato

il

Natale

Natale 2020 sarà sicuramente diverso dal solito per colpa del Covid. Ci saranno purtroppo alcune restrizioni che limiteranno non poco tutto il periodo delle festività. In questi giorni di grande incertezza e di severe restrizioni, soprattutto per l’aumento dei contagi, il Governo sta pensando anche a come potrebbe essere lo scenario per gli italiani durante le festività natalizie.

Come potremo trascorrere questo primo Natale dell’era Covid? Potremo riunirci attorno ad un tavolo con parenti e amici? Ci saranno restrizioni e magari un Dpcm apposito? Il dossier è già sul tavolo del premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. L’obiettivo dell’esecutivo è quello di puntare a un Natale 2020 con pochi divieti e tante raccomandazioni. Tutto dipenderà dall’andamento della curva dei contagi. Senza un miglioramento del quadro epidemiologico è infatti difficile immaginare i classici cenoni della Vigilia o i pranzi del 25 dicembre, soprattutto nelle regioni più in difficoltà (area rossa e arancione).

Natale 2020 e il Covid, dallo shopping al cenone: le ipotesi al vaglio nel prossimo Dpcm

Ministri ed esperti stanno sottolineando l’importanza di un “Natale responsabile e rigoroso” e il ruolo decisivo dei dati dell’epidemia nelle prossime settimane per le decisioni politiche. Dopo il 3 dicembre, quando scadrà il Dpcm in vigore, saranno fissate le nuove disposizioni anti-virus valide anche per il periodo delle feste.

Curva dei contagi permettendo, una delle misure restrittive che potrebbe cadere durante le festività è quella che impone il coprifuoco dalle 22 alle 5 in tutta Italia. Se l’Rt che verrà diffuso venerdì 4 dicembre si sarà stabilizzato intorno a 1 o sotto l’1, il coprifuoco potrebbe decadere, lasciando così spazio all’apertura dei ristoranti e dei bar nella fascia serale e notturna. Se invece i dati sui contagi non fossero rassicuranti, lo stop alla misura potrebbe essere rinviato più a ridosso del Natale.

Natale 2020: gli spostamenti tra Regioni

La speranza del governo è quella di arrivare a ridosso del Natale con tutte le regioni in zona gialla. Questo darebbe spazio alla possibilità di spostarsi tra Regioni e quindi di poter raggiungere per esempio parenti lontani. Una possibilità che comunque dovrà fare i conti con raccomandazioni, che saranno ancora una volta messe nero su bianco. Esclusa invece la possibilità che ci possano essere regioni in fascia verde.

Natale 2020 e lo shopping, come sarà? 

Lo shopping per gli acquisti di Natale sarà sicuramente contingentato come sta già avvenendo in questi giorni. Non sembrano destinati a riaprire i tradizionali mercatini di Natale, il cui stop è arrivato già il 3 novembre con l’ultimo Dpcm. Difficile che il governo ci ripensi anche perchè si rischia di esporre le città ad assembramenti difficili da regolare.

Per il cenone in casa ci saranno raccomandazioni e non divieti virtualmente inapplicabili: plausibile che non si possa essere più di sei a tavola, quindi solo conviventi e parenti stretti. Ma potrebbe essere portato a sei anche il numero di commensali nei ristoranti delle zone gialle, secondo quanto trapela.

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it