Seguici sui social

Cronaca

Capodanno, feriti per i botti in tutta Italia: a Cava de’ Tirreni uomo perde una mano

Oltre 600 gli interventi dei vigili del fuoco in tutto il paese. A Caserta due uomini feriti da colpi dʼarma da fuoco

Pubblicato

il

Festa con fuochi d'artificio
Foto di Repertorio

Notte di festa in tutta Italia ma anche di feriti e devastazione. Il divieto di utilizzare botti e petardi, sancito da quasi tutte le città italiane, è stato abbondantemente ignorato. Sono 216 i feriti (44 dei quali ricoverati) causati dai festeggiamenti per il Capodanno 2019.

658 invece gli interventi dei vigili del fuoco riconducibili ai festeggiamenti per il nuovo anno, in leggero aumento rispetto allo scorso anno, quando furono 519. Il numero maggiore di interventi anche quest’anno è stato compiuto nel Lazio dove sono stati 171 (lo scorso anno furono 114), in Lombardia 88, in Campania 86, in Emilia Romagna 76 e in Toscana 52.

Botti, il “bollettino di guerra” della notte di Capodanno

A Cesate, hinterland milanese, un ragazzo di appena 23 anni si è ferito per l’esplosione di un botto, simile a un petardo, che stava maneggiando per festeggiare il Capodanno. Il giovane ha riportato l’amputazione di una mano, ustioni al volto e lesioni ai genitali. Il 23enne è stato operato d’urgenza all’ospedale Niguarda di Milano. Al momento non è in pericolo di vita, ma è davvero pesante il bilancio per lui. Ha riportato l’amputazione della mano sinistra, la perdita di un dito di quella destra, oltre a lesioni ai genitali e a un’ustione al volto con trauma cranico giudicato severo dagli specialisti.

Botti di Capodanno, pesante bilancio in Campania

In provincia di Benevento, a Sant’Agata de’ Goti, una 37enne è in gravi condizioni dopo essere stata colpita in pieno petto da un razzo. La donna si trovava in una struttura dove erano in corso i festeggiamenti del Capodanno; allo scoccare della mezzanotte, qualcuno ha esploso un razzo che l’ha colpita al petto. La donna ha riportato gravi danni polmonari ed è in pericolo di vita, in prognosi è riservata. La donna è ora ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale “Rummo”. Sull’accaduto indagano i carabinieri del comando provinciale di Benevento. Altre tre persone nel capoluogo sannita hanno riportato lesioni agli occhi e al volto giudicate guaribili in cinque giorni per l’esplosione di petardi. Ad Avellino, in contrada Quattrograne Ovest, un’auto si è incendiata dopo essere stata colpita da più fuochi pirotecnici esplosi da un balcone.

A Napoli il numero più alto di feriti

Anche per quest’anno si conferma la città di Napoli quella con il maggior numero di feriti, sono ben 37, 20 sono in città e 14 in provincia. Sono 5 i feriti più gravi per i quali la prognosi è di 30 giorni e che sono attualmente ricoverati, mentre per gli altri la prognosi è sotto i 15 giorni. Tre i minori rimasti feriti, uno dei quali, un 12enne, ha subito l’amputazione di un dito della mano destra.

Botti, bilancio pesante nel salernitano: otto feriti, un 35enne a Cava de’ Tirreni perde la mano

È di otto persone il bilancio dei feriti in provincia di Salerno. Nella città capoluogo non si sono registrati problemi, mentre la situazione è stata ben diversa in provincia. Il numero maggiore di feriti è quello segnalato a Cava de’ Tirreni, sono state quattro le persone che hanno dovuto far ricorso alle cure mediche. Un 35enne ha perso una mano e riportato anche gravi danni all’occhio destro: inizialmente soccorso all’ospedale “Santa Maria Incoronata dell’Olmo”, è stato poi trasferito al “Pellegrini” di Napoli. È ricoverato in prognosi riservata, invece, un 24enne che ha subito una frattura ossea all’orbita sinistra e una contusione polmonare. A Battipaglia, un 19enne che avrebbe raccolto un petardo inesploso, ha subito lesioni al volto e a una mano che hanno reso necessario l’amputazione di un dito.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it