Seguici sui social

Cronaca

È morto Ferdinando Imposimato, noto giudice del processo Moro

Il magistrato di origini campane è venuto a mancare all’età di 81 anni. Molto conosciuto per i suoi processi contro mafia, camorra e terrorismo.

Pubblicato

il

Ferdinando Imposimato
Foto: PandoraTV

È dell’ultima ora la notizia della morte di Ferdinando Imposimato, noto giudice del processo Moro. Nel suo ricchissimo curriculum, l’attentato a Giovanni Paolo II, l’omicidio di Vittorio Bachelet e dei giudici Tartaglio e Palma.

Ferdinando Imposimato morto: la sua carriera

Venuto a mancare all’età di 81 anni, il suo profilo era stato scelto dal Movimento 5 Stelle come candidato alla presidenza della Repubblica. Ultimamente si era completamente immerso nel sociale, ponendosi a difesa dei diritti umani.

Una lunga ed importante carriera quella che ha contraddistinto il giudice originario di Maddaloni, in provincia di Caserta. Nel 1964 divenne magistrato, dopo diversi anni da vice commissario della Polizia di Stato. Per diverso tempo si è occupato di mafia e camorra.

Proprio a causa di questa sua opposizione a queste organizzazioni criminali, l’11 ottobre 1983 suo fratello Franco venne ucciso in un agguato della camorra. Mentre viaggiava a bordo della sua auto in compagnia della moglie, fu raggiunto da tre sicari, che riversarono contro di loro 11 proiettili. Riuscì a salvarsi la moglie, riconoscendo dopo un lungo processo il killer.

Il suo nome compare anche nella lista per il riconoscimento di simbolo della giustizia stilata dall’Onu. Un’altra importante figura viene a mancare nel panorama italiano, lasciando un grande dispiacere.

È un giovane ammiratore del giornalismo in tutte le sue sfumature che prova a raccontare la verità delle cose nel migliore dei modi. Giornalista praticante, attivista antimafia e ogni tanto scrittore di pensieri.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it