Seguici sui social

Spettacolo

Storie della quarantena: la bella iniziativa podcast dell’attrice Letizia Bravi

Un appello a incontrarsi, seppur virtualmente, per “aiutarci a ritrovare insieme la bussola”: ecco come la piacentina dà voce agli altri su Spotify, Storytell e Spreaker

Pubblicato

il

Letizia Bravi
foto dal profilo Instagram di Letizia Bravi
';

La quarantena, per un artista, significa molto. Significa tournée rimandate a data da destinarsi, incontri saltati, lavoro in pausa e difficoltà legate a questo motivo, ma, soprattutto, significa non poter esprimere la propria creatività su un palco, davanti a un pubblico che applaude, si emoziona e si rivede in te. 

Un artista non può fermare la sua creatività. La creatività è un fiume in piena che deve sempre trovare un mare in cui sfociare e quella dell’attrice Letizia Bravi si è riversata in un podcast disponibile su Spotify, su Storytell e su Spreaker. 

“Mi sono ritrovata a ripensare a nuove modalità per portare comunque avanti il mio lavoro e quello che amo fare: essere un tramite di storie”. Nel podcast, Letizia dà voce agli altri. In questo momento più che mai, ognuno ha il bisogno di sentirsi parte di una comunità, una comunità che vive insieme anche da lontano, una comunità che ha paura di cosa possa riservare il futuro, mentre deve ancora fare i conti con un presente doloroso. 

“Aiutarci a ritrovare insieme la bussola”, questo è l’obiettivo del podcast. Non dare spazio allo sconforto e accogliere questa quarantena come un periodo per scoprirci a poco a poco, insieme. Non è quindi uno spazio personale, ma è come un palco virtuale che abbraccia e accoglie voci diverse fra loro: c’è il medico, il giornalista, la psicologa… 

È un modo per viaggiare, è un modo per incontrarsi anche se lontani. Ogni lunedì, cinque puntate ci terranno compagnia in attesa dello svolgersi della situazione che viviamo. 

Nata a Nocera Inferiore il 3 dicembre 2000, è giornalista praticante presso ZetaNews. Diplomata al Liceo Classico "Marco Galdi" nel 2019, dallo stesso anno è studentessa di Lettere Classiche presso l’Università degli studi di Salerno. Appassionata di scrittura creativa, ha partecipato a diversi concorsi letterari: nel 2016 si è classificata terza al concorso “le parole sono ponti” e nel 2019 si è classificata seconda al Premio Badia di Cava De’ Tirreni. Ama i libri, l’arte e raccontare le ingiuste condizioni del patrimonio artistico della città in cui vive. “Figlia” del Pirandello giornalista, cerca di non fermarsi mai alla narrazione superficiale degli eventi. «E mentre il sociologo descrive la vita sociale qual essa risulta dalle osservazioni esterne, l’umorista armato del suo arguto intuito dimostra, rivela come le apparenze siano profondamente diverse dall’essere intimo della coscienza degli associati». (Pirandello, saggio sull’umorismo)

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it