Seguici sui social

Salute

Alimentazione, i miti da sfatare sui surgelati: ecco come stanno le cose

Alcune volte capita di trovarsi di fronte alla seguente domanda: i surgelati fanno bene o male? Meglio sfatare alcuni miti

Pubblicato

il

Surgelati

Gli italiani amano gli alimenti surgelati, e ci sono i dati che lo confermano. Secondo una recente indagine dell’Iias, infatti, è emerso quanto segue: nel 2019 il volume di vendite ha registrato un incremento del +1,3%, con un balzo in avanti di circa 100 milioni di euro. Salgono soprattutto alcuni settori in particolare come i surgelati di prodotti ittici, mentre spicca il volo la consegna a domicilio, anche alla luce del periodo che stiamo vivendo. Non a caso, oggi i surgelati a domicilio possono essere acquistati anche online su siti come EasyCoop, che propongono dunque una soluzione molto comoda e rapida. Modalità d’acquisto a parte, alcune volte capita di trovarsi di fronte alla seguente domanda: i surgelati fanno bene o male? Meglio sfatare alcuni miti.

Surgelato non vuol dire congelato: le due tecniche sono molto diverse, anche se spesso si tende a confonderle. Si tratta dunque di un falso mito che richiede dei chiarimenti: le tecniche di surgelazione, al contrario del congelamento, permettono di scongelare un alimento senza che possa verificarsi una perdita delle sue proprietà organolettiche. Questo per via di una surgelazione rapida che avviene a temperature molto più basse.

Non è possibile surgelare nulla a casa: le tecniche di surgelazione, come detto, richiedono un processo a temperature molto basse, e non è possibile riuscirci se non con delle specifiche attrezzature. Di riflesso, a casa si congela e non si surgela, con tutte le conseguenze in termini di mantenimento delle già citate proprietà organolettiche dei cibi.

Non è vero che i cibi surgelati sono meno sani: una confezione di verdure surgelate può essere equiparata alla verdura fresca, per quanto concerne la presenza di elementi nutrizionali come le vitamine, i minerali e le proteine vegetali. Dunque non è affatto vero che la verdura fresca è migliore di quella surgelata. Anzi, in alcuni casi le seconde riescono a mantenere meglio questi fattori, in quanto la surgelazione avviene immediatamente dopo la raccolta.

I cibi surgelati non costano di più: spesso si pensa che le confezioni di cibi surgelati costino di più rispetto agli alimenti freschi, e anche in questo caso ci si trova di fronte ad un falso mito. Intanto questi prodotti non risentono degli aumenti dei prezzi del mercato stagionale, e in secondo luogo includono nel pacco soltanto le parti commestibili, quindi a parità di peso sono molto più convenienti.

I surgelati sono eco-sostenibili: la surgelazione consente di mantenere un alimento commestibile per molto tempo, e inoltre permette di abbattere gli sprechi di cibo. Il mantenimento della catena del freddo non impatta molto sull’ambiente, mentre gli scarti della lavorazione vengono smaltiti direttamente dalle aziende, rivolgendosi ad enti specializzati (cosa che invece non accade con i cibi freschi). Infine, non dovendoli lavare, si risparmiano anche gli sprechi di acqua.

Notizie Flash

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it