Seguici sui social

Attualità

Giornata mondiale del dialogo tra religioni e omosessualità, 13 gennaio: la storia di Alfredo Ormando

La storia del poeta siciliano e del suo gesto per cui Arcigay ha istituito la Giornata Mondiale

Pubblicato

il

Bandiera Gay

Il 13 gennaio 1998 il poeta siciliano Alfredo Ormando si dà alle fiamme in Piazza San Pietro a Roma, tentando il suicidio. Morirà pochi giorni dopo nell’ospedale Sant’Eugenio, il 23 gennaio. 

Alfredo Ormando e il suo gesto per cui Arcigay ha istituito la Giornata Mondiale

“Chiedo scusa per essere venuto al mondo, per aver appestato l’aria che voi respirate con il mio venefico respiro, per aver osato di pensare e di agire da uomo, per non aver accettato una diversità che non sentivo, per aver considerato l’omosessualità una sessualità naturale, per essermi sentito uguale agli eterosessuali e secondo a nessuno, per aver ambito a diventare uno scrittore, per aver sognato, per aver riso”.

L’allora presidente nazionale dell’Arcigay Franco Grillini commentò così l’atto del 39enne: “è stato un gesto lucido e determinato che proviene da una condizione, quella degli omosessuali italiani, che è sempre più difficile. L’Arcigay rivolge un appello alle istituzioni perché ascoltino la voce di chi, come Ormando, chiede una società più giusta e più civile”.

La spiegazione del suo gesto appare chiaramente in un’altra lettera, datata natale del 1997, indirizzata ad un amico, in cui scrisse: “Penseranno che sia un pazzo perché ho deciso Piazza San Pietro per darmi fuoco, mentre potevo farlo anche a Palermo. Spero che capiranno il messaggio che voglio dare: è una forma di protesta contro la Chiesa, che demonizza l’omosessualità, demonizzando nel contempo la natura, perché l’omosessualità è sua figlia”. 

Dal 1999 è stata istituita da Arcigay la Giornata Mondiale del dialogo tra Religioni e Omosessualità, per cui segnaliamo il progetto “Mi fido di Te”, servizio di ascolto per cristian* LGBT+ e i loro genitori curato dal Progetto Giovani Cristiani LGBT e dall’Associazione La Tenda di Giornata.

Nata a Nocera Inferiore il 3 dicembre 2000, è giornalista praticante presso ZetaNews. Diplomata al Liceo Classico "Marco Galdi" nel 2019, dallo stesso anno è studentessa di Lettere Classiche presso l’Università degli studi di Salerno. Appassionata di scrittura creativa, ha partecipato a diversi concorsi letterari: nel 2016 si è classificata terza al concorso “le parole sono ponti” e nel 2019 si è classificata seconda al Premio Badia di Cava De’ Tirreni. Ama i libri, l’arte e raccontare le ingiuste condizioni del patrimonio artistico della città in cui vive. “Figlia” del Pirandello giornalista, cerca di non fermarsi mai alla narrazione superficiale degli eventi. «E mentre il sociologo descrive la vita sociale qual essa risulta dalle osservazioni esterne, l’umorista armato del suo arguto intuito dimostra, rivela come le apparenze siano profondamente diverse dall’essere intimo della coscienza degli associati». (Pirandello, saggio sull’umorismo)

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it