Seguici sui social

Attualità

Cardano non è più la terza criptovaluta al mondo

Dopo il grande incremento di agosto, la coin creata da Charles Hoskinson deve fare i conti con le pressioni del mercato globale che si è stabilizzato in una nuova crisi a causa della Cina

Pubblicato

il

Investire in borsa

Il token ADA di Cardano è salito alle stelle, del 150% ad agosto, diventando la terza più grande criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato. Ma il suo trionfo sembra essere stato di breve durata.

Mentre il resto del mercato delle criptovalute ha faticato a stabilire la sua direzione, la piattaforma blockchain decentralizzata è stata superata da Tether, la più grande stablecoin del mondo, il 29 settembre.

La differenza tra le due è aumentata a 3 miliardi di dollari durante gli ultimi giorni, tuttavia, si è ridotta a soli 1 miliardo di dollari nelle ultime ore, mentre Cardano cerca di reclamare di nuovo il suo trono.

Le prime cinque criptovalute al mondo

Cardano ha perso la sua ambita posizione di “terza più grande” criptovaluta al mondo a favore della stablecoin Tether. Il prezzo ora è allettante per i nuovi investitori e anche gli esperti di Crypto Genius hanno analizzato il mercato:

​Capitalizzazione di mercato delle criptovalute

​Bitcoin                         812,69 miliardi di dollari​

​Ethereum                    249,97 miliardi di dollari​

​Tether                         68,4 miliardi di dollari​

​Cardano                      67,37 miliardi di dollari​

Binance Coin              63,4 miliardi di dollari

Questa non è nemmeno la prima delusione che Cardano ha dovuto affrontare nell’ultimo mese. La capitalizzazione di mercato di ADA si stava preparando a raggiungere 100 miliardi di dollari di recente, il 2 settembre, cavalcando le onde del suo aggiornamento Alonzo Hard Fork. Alcuni speravano addirittura che raggiungesse le vette di Ethereum. Ma la piattaforma non ha raggiunto il suo obiettivo a tre cifre al massimo storico di 98,91 miliardi di dollari.

Questa volta, anche la sfilza di nuove partnership annunciate dalla piattaforma appena qualche giorno fa, non sono state sufficienti a proteggere Cardano dalle pressioni del mercato globale delle criptovalute, che si è stabilizzato in una nuova crisi a causa della Cina.

Cardano cade nonostante la nuova stablecoin, partnership, un negozio DApp e più finanziamenti

Il Cardano Summit, tenutosi tra il 25 e il 26 settembre, ha incluso l’annuncio della nuova stablecoin della blockchain, Djed, in collaborazione con la società fintech COTI.

Il fondatore di Cardano, Charles Hoskinson, descrive Djed nel suo whitepaper pubblicato nell’agosto 2021: “È una banca autonoma che acquista e vende stablecoin a un prezzo in un dato intervallo…”.

La società di sviluppo dietro Cardano, Input Output, ha annunciato anche due nuove partnership. Uno è con il protocollo Oracle Chainlink e un altro con il provider di TV satellitare con sede negli Stati Uniti, la rete DISH, una società Fortune 500.

Gli sviluppatori sulla blockchain di Cardano avranno anche l’opportunità di mostrare le loro applicazioni decentralizzate (DApp) in un “ambiente affidabile e democratizzato per consentire agli sviluppatori di pubblicare le loro DApp senza affrontare la censura”, chiamato Plutus dAppStore.

Proprio come Google ha il Play Store per le app Android e Apple ha l’App Store, il Plutus dApp Store è il luogo in cui gli utenti potranno scaricare applicazioni alimentate da Cardano.

E, se tutto ciò non bastasse, il braccio commerciale e di venture capital della criptovaluta, Emrugo, ha annunciato 100 milioni di dollari di nuovi finanziamenti per sviluppare ulteriormente l’ecosistema Cardano.

Perché è importante la capitalizzazione di mercato?

La capitalizzazione di mercato di una criptovaluta è uno dei modi principali in cui gli investitori valutano se una moneta è sicura da acquistare rispetto ai suoi competitor: indica il suo potenziale di crescita.

Maggiore è la capitalizzazione di mercato di un particolare asset digitale, più è considerato dominante nel mercato globale. Più è dominante, più è probabile che resista alle maree del tempo nell’ambiente volatile delle criptovalute.

Settembre è stato un ottovolante per tutte le criptovalute, non solo per Cardano

Il mercato delle criptovalute sta combattendo contro la paura, il dubbio e l’incertezza (FUD) creata dalla Cina dalla scorsa settimana. Il paese ha ribadito la sua posizione anti-cripto e ha promesso di chiudere tutte le attività legate alle criptovalute all’interno dei suoi confini.

Il mercato delle criptovalute inizialmente ha ignorato i proclami della Cina. Tuttavia, le grandi aziende non hanno avuto la stessa reazione.

I più grandi exchange di criptovalute del mondo, Binance e Huobi, hanno annunciato che non accetteranno più nuove registrazioni da utenti con sede fuori dalla Cina. Sparkpool, la seconda mining pool più grande al mondo di Ethereum, chiuderà le operazioni in meno di 24 ore. E Alibaba, il gigante dell’e-commerce cinese, ha annunciato che non venderà più attrezzature minerarie.

Nato a Salerno ma vive da ormai 15 anni a Milano. Social Media e webmaster, ha deciso di iniziare questa nuova esperienza con il portale Zetanews.it.

';

Notizie Flash

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

Change privacy settings