Seguici sui social

Tecnologia

Investire nelle criptovalute: rischi ed opportunità

Per investire è possibile seguire due strade differenti, diverse nel modo di procedere, ma analoghe sia dal punto di vista dell’opportunità di profitto che da quello dei rischi

Pubblicato

il

Bitcoin criptovalute
Foto: Pexels.com

Le criptovalute hanno rivoluzionato il mondo dell’economia fin dal 2009, anno in cui il primo Bitcoin è stato aggiunto in rete. Ad oggi esiste un gran numero di valute digitali, ognuna con una serie di caratteristiche che le rendono strumenti finanziari utili ai fini dell’investimento. Uno dei principali fattori che contraddistingue le crypto risiede nel fatto che non sono collegate a un’autorità centrale.

Il tasso di quotazione quindi, non è determinato da tale autorità, ma dipende dalla domanda e dall’offerta degli investitori. Investire in criptovalute quindi, rappresenta sicuramente un’opportunità, ma con molti rischi. Vediamo insieme cosa sapere sulle criptovalute.

Il rendimento delle criptovalute

Abbiamo detto che sul mercato possiamo trovare moltissime criptovalute, al punto che è quasi impossibile quantificarle. Il rendimento di alcune di queste, nel corso degli anni è stato caratterizzato da variazioni molto repentine, primo su tutti il Bitcoin. In alcuni casi tali oscillazioni avvengono in un determinato periodo di tempo, mentre in altri anche durante la stessa giornata.

Nonostante queste considerazioni, dobbiamo comunque sottolineare come il trend di alcune crypto sul lungo periodo si sia rivelato crescente, e proprio per tale motivo sono in molti a ritenerle una sorta di bene rifugio. La loro natura decentralizzata però, le rende del tutto imprevedibili perché il valore è determinato solamente dalla domanda e dall’offerta di mercato, oltre che da fattori del tutto imprevedibili esterni ai mercati.

Come investire in criptovalute

Per investire in criptovalute è possibile seguire due strade differenti, diverse nel modo di procedere, ma analoghe sia dal punto di vista dell’opportunità di profitto che da quello dei rischi. Il primo modo prevede la compravendita tradizionale delle cripto. Si acquista quella di interesse e si attende che il suo valore possa aumentare per rivendere. La differenza tra i due prezzi rappresenta il guadagno per l’investitore.

Il secondo modo è quello del trading online. Si tratta di una sorta di “scommessa” da farsi sulle piattaforme dei broker di trading, sull’andamento che le cripto prenderanno in futuro. Questo rende possibile il profitto in entrambe le direzioni di mercato, nonostante i meccanismi dell’attività per i neofiti siano particolarmente complessi. Ma come fare per saperne di più sul trading?

Sono gli stessi broker, società legalmente autorizzate a offrire i loro servizi di intermediazione, a mettere a disposizione dei trader materiale formativo in maniera gratuita. In alcuni casi si tratta di e-book, in altre di veri e propri corsi sul trading, oppure della possibilità di partecipare a dei webinar. Determinati broker inoltre, permettono l’apertura di conti demo gratuiti.

Parliamo di particolari account che non prevedono un deposito di denaro reale. Attraverso un conto demo gratuito l’investitore accede a una duplice opportunità. La prima consiste nel prendere confidenza con le tante funzionalità della piattaforma. I software infatti, hanno una fisiologica curva di apprendimento. La seconda invece, è quella di imparare i fondamentali dell’attività di trading.

Il trading automatico

I rischi di perdere quanto investito con il trading online di criptovalute sono molto alti, e per quanto alcuni trader riescano a ottenere un profitto, molti altri invece devono rinunciare ai loro capitali. Esistono comunque dei modi per limitare tali rischi, e risiedono nei sistemi di trading automatico. Si tratta di software che una volta impostati correttamente, aprono e chiudono posizioni per conto dell’investitore.

In questo modo è possibile evitare di rimanere “incollati” davanti a un monitor in attesa di poter fare la mossa giusta. Alcuni broker offrono sistemi ancora più evoluti di copy trading. Attraverso un software di questo tipo l’investitore ha la possibilità di copiare le strategie di altri trader che hanno già conseguito risultati positivi. Chiaramente non si può azzerare il rischio, perché il software basa il tutto su uno storico di decisioni passate, ma è quantomeno possibile arginarlo.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it