Seguici sui social

Cronaca

Avellino, la storia di Oleg: a soli 23 anni lascia l’Irpinia per andare a combattere in Ucraina

Padre Ramon Kryvyy, il cappellano che guida la chiesa greco-cattolica ucraina di rito bizantino per il Sud Italia, ha rivelato quanto gli ha confessato il giovane: “Non posso restare qui, devo andare ad aiutare i miei fratelli”

Pubblicato

il

Guerra Ucraina Russia Kiev

Oleg, a soli 23 anni, ha deciso di lasciare la città di Avellino per andare a combattere in Ucraina contro l’occupazione della Russia. La storia toccante ha colpito tutta l’Irpinia, che ospita da anni un folto numero di cittadini ucraini.

Nonostante la sua giovane età, Oleg ha deciso di non restare a guardare. Insieme a quattro connazionali residenti a Napoli, Santa Maria Capua Vetere e Caserta si è messo in viaggio, in auto, verso il territorio ucraino.

Avellino, Oleg lascia l’Irpinia per andare a combattere in Ucraina

Come raccontato da Repubblica.it, il ragazzo vive nel capoluogo irpino, con sua madre, da alcuni anni. Da quando i russi hanno invaso il suo Paese, non è riuscito a resistere alla tentazione di correre in soccorso della “sua gente“.

Padre Ramon Kryvyy, il cappellano che guida la chiesa greco-cattolica ucraina di rito bizantino per il Sud Italia, che conosce Oleg, ha rivelato quanto gli ha confessato il giovane:

Non posso restare qui, devo andare ad aiutare i miei fratelli“, questa è stata da subito la decisione di Oleg. La madre piangeva, non voleva che lui andasse in guerra. Ma non c’è stato nulla da fare. Il richiamo della patria per noi ucraini è molto forte. Gli ho chiesto: come ti senti? Lui mi ha risposto con grande determinazione: sono forte di spirito, ma spero che il Signore mi protegga“.

Pubblicità

Ha poi concluso: “Dobbiamo solo pregare per questi ragazzi che sono partiti per l’Ucraina. Potevano restare al sicuro qui in Italia e, invece, ora mettono a rischio la loro vita per difendere la democrazia e la libertà di un popolo“.

Nato ad Avellino nel maggio '95 è un giornalista, attivista antimafia e talvolta scrittore un po' troppo malinconico. Grande appassionato di sport, divoratore di libri e ascoltatore incallito dei Pearl Jam.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: Culturando APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Atzori, 123 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!