Seguici sui social

Tecnologia

Gaming, l’industria è arrivata ad un punto di svolta

Un mercato che potrebbe essere rivoluzionato in tempi anche piuttosto brevi. Dal cloud al blockchain gaming, passando per il mutamento delle piattaforme streaming

Pubblicato

il

Joystick per gaming

L’intera industria del gaming potrebbe essere rivoluzionata in tempi anche piuttosto brevi. Se da un lato c’è stato un miglioramento grafico impressionante e anche la longevità e la giocabilità dei videogames ha seguito passo passo l’estetica, è da anni che giochiamo fondamentalmente nello stesso modo.

Per quanto riguarda i videogiochi su pc o console, ci siamo abituati a un joypad, una tastiera e un mouse e abbiamo pensato che non potesse esserci alcun tipo di rivoluzione. Invece, grazie ai visori, agli schermi touch degli smartphone e a chissà quali nuove frontiere, potremmo arrivare ad abbandonare per sempre il caro e vecchio hardware che tutti conosciamo.

Di certo, un punto di forza del gaming è l’interazione crescente con altri giocatori o con i presentatori del gioco nel caso di The Money Drop Live o con i croupier nei vari giochi da casinò come il Poker o la Roulette. Insomma, nessuno vuole più restare solo, chiuso in una stanzetta, mentre si diverte a giocare: la voglia di condivisione è ai massimi livelli.

Che cos’è il Cloud gaming

Il Cloud gaming è disponibile già da diversi mesi anche in Italia e sta riscuotendo un discreto successo. Il vantaggio principale sta nel fatto di non dover scaricare necessariamente il gioco e di poter giocare immediatamente al titolo che si desidera provare.

L’unico limite ancora riscontrato per il momento è la non eccezionale performance che hanno talune connessioni nel nostro Paese. Se da un lato i giochi offline sembrano funzionare abbastanza bene, quando connessione e motore grafico dovrebbero suonare all’unisono per le ‘ammucchiate’ online di giocatori, si possono notare ancora parecchi problemi. L’avvento della tecnologia 5G potrebbe ovviare a questo problema, ma bisogna prima testarla sul campo.

Perché si parla di Blockchain gaming

Forse nessuno ci aveva mai pensato fino ad ora, ma ben presto potrebbe esserci un proficuo incontro tra il mondo delle Blockchain e il gaming vero e proprio. Come sta avvenendo già da un buon decennio a questa parte, il costo del prodotto di per sé non ha avuto grossi incrementi, ma le case produttrici hanno trovato il modo di aumentare comunque i ricavi.

Se la versione base del gioco è a portata praticamente di tutti, grazie anche ad abbonamenti promossi direttamente dalle console stesse, esistono versioni deluxe e ultimate che rendono l’esperienza differente e, solitamente, più completa per chi decide di spendere denaro per l’acquisto di mappe extra, skin differenti e armi e personaggi in più. 

Non è quindi da escludere che nel prossimo futuro vengano utilizzate delle criptovalute per poter effettuare acquisti di pacchetti extra e ottenere addirittura vantaggi nel gioco stesso.

Piattaforme streaming che stanno mutando

L’ultima importante novità che farà di certo piacere a tutti i videogiocatori è che alcune delle più note piattaforme di streaming video, come ad esempio Netflix, si stanno muovendo per ampliare il proprio catalogo. E no, non stiamo parlando di serie tv.

Immaginate di poter pagare un solo abbonamento per poter trovare nella homepage del vostro servizio streaming anche i videogiochi con i quali vi volete cimentare assieme ai vostri amici. Beh, potrebbe essere una realtà decisamente concreta e anche molto prossima. Il modo di giocare sta cambiando e il futuro sembra essere davvero roseo.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!