Seguici sui social

Calcio

Mondiali 2022, chi passa i gironi e si qualifica agli ottavi in caso di arrivo a pari punti?

Quali sono i criteri che vengono adottati nel caso in cui due o più squadre finiscano il girone a parità di punti totalizzati?

Pubblicato

il

Mondiali Qatar 2022

La fase a gironi dei Mondiali 2022 sta volgendo inesorabilmente alla fase più calda. Con il Qatar prima squadra eliminata alla fase a gruppi – mai nessuna Nazionale di un Paese ospitante aveva fatto peggio – con un turno d’anticipo, resta da capire chi passa agli ottavi di finale. Ma chi si qualifica agli ottavi di finale? Chi passa a pari punti? Vediamo insieme cosa dice il regolamento.

Come funziona la fase a gironi della Coppa del Mondo: il regolamento

Le squadre della Coppa del Mondo vengono suddivise in otto gironi da quattro squadre, per trentadue partecipanti, in base a un meccanismo a fasce, che determina lo svolgimento dei sorteggi della competizione. Tre le partite che ogni squadra, dunque, affronta nel suo cammino verso la fase a eliminazione diretta.

La fase a gironi dei Mondiali prevede che a passare il turno agli ottavi di finale siano le prime due squadre di ogni girone, senza che venga scelta una migliore terza classificata. Dunque, per determinare il passaggio del turno, si usa come primo criterio quello fondamentale del numero di punti totalizzati nel girone. Una formula, questa, in vigore dai Mondiali di Francia 1998.

Chi passa a pari punti ai Mondiali 2022: ecco chi si qualifica ai gironi

Ma chi passa i gironi dei Mondiali 2022 in caso di arrivo a pari punti? Qualora due o più squadre arrivino a parità di punti al termine delle tre giornate, l’ordine in classifica viene stabilito in base alla differenza reti. Qualora anche la differenza reti sia identica, allora subentrerebbe il criterio del maggiore numero di reti segnate.

Esistono però casi in cui anche per questo criterio due o più squadre siano in parità. Qui entra la classifica avulsa, ovvero un metodo di determinazione di punteggio differente. Questi i criteri:

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. maggiore numero di punti fair play, secondo quanto segue:
    • cartellino giallo: – 1 punto;
    • cartellino rosso indiretto (doppio cartellino giallo): – 3 punti;
    • cartellino rosso diretto: – 4 punti;
    • cartellino giallo + cartellino rosso diretto: – 5 punti.
  5. sorteggio effettuato dal comitato FIFA.

Nell’edizione dei Mondiali 2018, ad esempio, si verificò tra Giappone e Senegal una parità nei primi sei criteri sin qui elencati. Il Senegal, dunque, a parità di punti, differenza reti, reti segnate, classifica avulsa, fu eliminato per il minor numero di punti fari play.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!