Seguici sui social

Musica

Musica, nella notte tra 7 e 8 aprile esce Hey Hey Rise Up, la canzone dei Pink Floyd per l’Ucraina

La reunion per la pace e contro il conflitto in Est Europa è un messaggio che la band, per l’occasione riunita, vuole lanciare al mondo

Pubblicato

il

Sarà davvero una mezzanotte da non perdere quella tra giovedì 7 e venerdì 8 aprile 2022. I Pink Floyd pubblicheranno Hey Hey Rise Up, una reunion per l’Ucraina. Un gesto per la pace, ma anche un momento di musica da non perdere. Ecco dove trovare il video e il testo della nuova canzone di uno dei gruppi più amati di sempre.

La canzone per l’Ucraina di uno dei gruppi più famosi di sempre

Era il 1994 quando i Pink Floyd registrarono la loro ultima musica originale. The Division Bell fu l’ultimo lavoro con tutta la band riunita. Ora, 28 anni dopo, uno dei gruppi più famosi di tutti i tempi torna. Lo fa per una grande occasione, per lanciare un messaggio di pace in uno dei momenti più drammatici della recente storia dell’Europa.

Hey Hey Rise Up è la canzone dei Pink Floyd per l’Ucraina. La band ha voluto lanciare un messaggio di pace in supporto di un popolo che sta subendo una tragedia con pochi precedenti. La traccia, registrata mercoledì 30 marzo, utilizza la voce di Andriy Khlyvnyuk della band ucraina Boombox, e vede la collaborazione di David Gilmour e Nick Mason con il bassista Guy Pratt, Nitin Sawhney alle tastiere.

Hey Hey Rise Up dei Pink Floyd, dove trovare testo e video

La straordinaria performance del cantante ucraino proviene da un brano, “Oh, The Red Viburnum In The Meadow”, scritto durante la prima guerra mondiale che si è diffuso in tutto il mondo durante l’invasione dell’Ucraina. “Noi, come molti altri, stiamo provando la rabbia e la frustrazione per questo vile atto in cui un pacifico e democratico Paese indipendente viene invaso e la propria gente uccisa da uno dei più grandi poteri del mondo”, le parole di David Gilmour.

Il testo e il video della nuova canzone dei Pink Floyd, il brano per l’Ucraina, saranno disponibili a partire dalla mezzanotte tra il 7 e l’8 aprile sui canali ufficiali della band.

“Hey, Hey, Rise Up!”
(feat. Andriy Khlyvnyuk of Boombox)

Ой у лузі червона калина похилилася
Чогось наша славна Україна зажурилася
А ми тую червону калину підіймемо
А ми нашу славну Україну, хей, хей, розвеселимо
А ми нашу славну Україну, хей, хей, розвеселимо

(Хей, хей)

Ой у лузі червона калина похилилася
Чогось наша славна Україна зажурилася
А ми тую червону калину підіймемо
А ми нашу славну Україну, хей, хей, розвеселимо
А ми нашу славну Україну, хей, хей, розвеселимо

[English translation:]

Oh, in the meadow a red viburnum has bent down low
For some reason, our glorious Ukraine is in sorrow
And we’ll take that red viburnum and we will raise it up
And we shall cheer for our glorious Ukraine, hey, hey
And we shall cheer for our glorious Ukraine, hey, hey

(Hey, hey)

Oh, in the meadow a red viburnum has bent down low
For some reason, our glorious Ukraine is in sorrow
And we’ll take that red viburnum and we will raise it up
And we shall cheer for our glorious Ukraine, hey, hey
And we shall cheer for our glorious Ukraine, hey, hey

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it