Seguici sui social

Musica

Musica, “Abissale” è il nuovo singolo di Tananai

Dopo quest’ultimo singolo, e soprattutto il successo dell’estate La dolce vita con Fedez e Mara Sattei, il giovane artista riprova a stupire il pubblico

Pubblicato

il

È il nuovo singolo di uno degli artisti italiani più promettenti di tutti, Abissale di Tananai. Una canzone d’amore, profonda, dal testo e dal significato davvero interessanti.

Il significato della nuova canzone del giovane artista ultimo a Sanremo 2022

Dall’ultimo posto di Sanremo 2022, Tananai ne ha fatta di strada, e ne ha mangiata di…Pasta. Dopo quest’ultimo singolo, e soprattutto il successo dell’estate La dolce vita con Fedez e Mara Sattei, il giovane artista riprova a stupire il pubblico, ritrovando quelle sonorità e quei testi a lui cari.

Un nuovo capitolo del percorso artistico del cantautore, che mostra il suo lato più intimo e malinconico. Il significato del suo nuovo singolo è indubbiamente quello di un amore che si sta lentamente concludendo, lasciando dietro di sé tanta malinconia.

Testo Abissale di Tananai, il nuovo singolo dell’artista

Ecco il testo di Abissale di Tananai.

Parlerò di un uomo ucciso non da una coltellata, bensì da un sorriso.
Dovrebbero studiarlo bene nei licei, discuterne tra gli scienziati.
Io che sono indeciso, lei che metti se non ha mai letto un libro,
dovrebbero proteggerla come i musei, come si fa tra innamorati.
Io c’ho provato, amore, ad essere speciale, almeno un po’ per te.
Ma non sono speciale, vorrei fossi speciale, almeno tu per me.
Dimmi che-e-e…

Rit.
Ricorderai, ricorderai, ricorderai, che eravamo proprio belli insieme.
Ricorderai, ricorderai, ricorda, anche io ho sofferto come un cane.
Cosa ci fai, cosa ci fai, cosa ci fai, dimmi, non vedevi che
la differenza tra noi è una differenza abissale.

Parlerò di una ragazza che uccise un uomo che stava guardando l’alba.
Gli disse “l’alba non si guarda mai da soli, mi siederò con te,
che sei un tipo strano, come me, che guardo sola i tramonti,
fammi vedere i tuoi mondi”.

Rit.
Ricorderai, ricorderai, ricorderai, che eravamo proprio belli insieme.
Ricorderai, ricorderai, ricorda, anche io ho sofferto come un cane.
Cosa ci fai, cosa ci fai, cosa ci fai, dimmi, non vedevi che
la differenza tra noi è una differenza abissale.

Rit.
Ricorderai, ricorderai, ricorderai, che eravamo proprio belli insieme.
Ricorderai, ricorderai, ricorda, anche io ho sofferto come un cane.
Cosa ci fai, cosa ci fai, cosa ci fai, dimmi, non vedevi
la differenza tra noi è una differenza abissale.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!