Seguici sui social

Cronaca

Avellino, sgominata associazione a delinquere dedita alle truffe assicurative: 11 arresti

L’indagine è nata dall’inchiesta sul Nuovo Clan Partenio quando alcuni membri del sodalizio criminale erano finiti tra gli indagati, presunti protagonisti di alcuni falsi incidenti stradali

Pubblicato

il

Caserma Carabinieri Avellino
Foto: NuovaIrpinia.it

Sono 11 gli arresti effettuati all’alba di questa mattina dai Carabinieri della stazione di Avellino. Sgominata un’associazione a delinquere dedita alle truffe assicurative. In totale sono 267 gli indagati tra i quali figurano medici, avvocati, e professionisti di vario genere. Le frodi avrebbero fruttato ai protagonisti un giro d’affari da 600mila euro ai danni delle compagnie assicurative, che avevano già liquidato 270mila euro.

Avellino 11 arresti e 267 indagati: smontato giro di truffe assicurative

L’indagine, partita nel 2019, – come riportato da IrpiniaTV –  è nata dall’inchiesta sul Nuovo Clan Partenio quando alcuni membri del sodalizio criminale erano finiti tra gli indagati, presunti protagonisti di alcuni falsi incidenti stradali. Ma, quando l’inchiesta si è allargata, è emerso che fossero altri i soggetti preposti a tirare le fila della colossale truffa messa in piedi nel capoluogo irpino.

Ogni indagato aveva un compito preciso, in un sistema di frodi assicurative ben congeniato. Coinvolti anche numerosi avvocati e 17 medici, che producevano certificati falsi per attestare le lesioni. Gli inquirenti hanno individuato ben 74 falsi incidenti stradali messi in piedi dall’organizzazione criminale.

Le forze dell’ordine hanno verificato l’esistenza di tre distinti gruppi che facevano parte dello stesso sistema. Le accuse di cui devono rispondere, a vario titolo, sono: associazione per delinquere finalizzata alla truffa in danno a istituto di assicurazione, falsità materiale e ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

Nei confronti di coloro i quali sono ritenuti i promotori e organizzatori dei sodalizi criminali, è scattato anche un sequestro preventivo dei beni e conti correnti per un totale di 270mila euro.

Nato ad Avellino nel maggio '95 è un giornalista, attivista antimafia e talvolta scrittore un po' troppo malinconico. Grande appassionato di sport, divoratore di libri e ascoltatore incallito dei Pearl Jam.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!