Seguici sui social

Musica

Sanremo 2023, i Black Eyed Peas danno spettacolo sul palco dell’Ariston

La band statunitense fa ballare la folla e l’orchestra con “Mamacita”, “Don’t You Worry” e il classico “I Gotta Feeling”, nonché l’ultima hit “Simply the best”

Pubblicato

il

Black Eyed Peas

Spettacolo puro sul palco dell’Ariston! I Black Eyed Peas emozionano tutti a Sanremo 2023. La band hip hop statunitense si è esibita di fronte al pubblico sanremese dando sfoggio di alcuni dei pezzi migliori del proprio repertorio. Ecco quali canzoni hanno cantato, e qual è stato il cachet che avrebbero percepito.

Quali canzoni canta il gruppo hip hop americano sul palco dell’Ariston

I Black Eyed Peas fanno ballare la folla e l’orchestra. La band hip hop statunitense si è esibita sul palco dell’Ariston nel corso della seconda serata della kermesse canora. Tanto il clamore attorno al gruppo, accolto da Amadeus con toni davvero trionfanti.

Quali canzoni hanno cantato a Sanremo? Si è partiti da pezzi più recenti, come Mamacita (del 2020) e Don’t You Worry (2022), due dei tormentoni degli ultimi anni della band. Successivamente, un grande classico: I Gotta Feeling, celebre brano del 2009.

“L’Italia è fantastica, bellissima, e le sue persone sono meravigliose. Buonasera! Siamo tornati qui nel 2023”, le parole di alcuni dei membri della band, che nel corso della sua lunghissima carriera ha mietuto record. Successivamente, l’ultimo pezzo: Simply The Best, uscito nel 2022.

Cachet dei Black Eyed Peas a Sanremo 2023, quanto guadagnano gli artisti?

Tuttavia, non si è parlato solo di musica, ma anche del cachet che hanno percepito i Black Eyed Peas a Sanremo 2023. Le informazioni a tal riguardo parlano di un compenso davvero da capogiro per qualche minuto di esibizione. Circa 800mila euro, questa sarebbe la cifra percepita dalla band per presenziare al Festival.

Pubblicità

A volerli fortemente con sé è stato senza dubbio il direttore artistico Amadeus, che avrebbe spinto molto per averli sul palco dell’Ariston. Una scelta indiscutibile dal punto di vista musicale, ma che potrebbe essere davvero esagerata dal punto di vista del cachet della band.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: Culturando APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Atzori, 123 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!