Seguici sui social

Web

Santo Stefano, perché si festeggia questa ricorrenza? Le origini della festa

Il 26 dicembre la Chiesa festeggia Stefano protomartire, ovvero il primo martire del cristianesimo secondo il Nuovo Testamento

Pubblicato

il

Santo Stefano Statua
Foto: sulpezzo.info

Il 26 dicembre è sicuramente una delle giornate più particolari delle festività natalizie. Il giorno di Santo Stefano, venerato come martire dalla Chiesa cattolica, è infatti una festività nazionale. Ma perché si festeggia? Ecco le origini della festa, ma anche alcune frasi e immagini per augurare buon Santo Stefano 2021 ad amici e parenti via WhatsApp.

Perché si festeggia Santo Stefano, la giornata dopo Natale ‘rossa’ sul calendario

La festa di Santo Stefano, come è del resto intuibile, ha origini profondamente legate alla religione cattolica. Il 26 dicembre la Chiesa festeggia Stefano protomartire, ovvero il primo martire del cristianesimo secondo il Nuovo Testamento.

Fu lui il primo cristiano ad aver dato la vita per testimoniare la propria fede in Cristo e per la diffusione del Vangelo, e il primo dei sette diaconi scelti per aiutare gli apostoli nel ministero della fede. Questa ricorrenza è stata istituita per volontà della Chiesa Cattolica, anche con l’intento di prolungare di un giorno le festività celebrando più a lungo la nascita di Gesù.

Buon Santo Stefano 2021: le frasi più belle da inviare via WhatsApp

Ecco alcune frasi divertenti, religiose, profonde, per augurare buon Santo Stefano 2021 ad amici e parenti via WhatsApp:

  • L’hanno chiamato Santo Stefano perché “giornata degli avanzi” non suonava bene. Buona festa a te!
  • Tra corse, regali, abbuffate di biscotti e panettoni è giunta l’ora del meritato riposo! Buon Santo Stefano.
  • Nel martirio di Stefano si riproduce lo stesso confronto tra il bene e il male, tra l’odio e il perdono, tra la mitezza e la violenza, che ha avuto il suo culmine nella Croce di Cristo. La memoria del primo martire viene così, immediatamente, a dissolvere una falsa immagine del Natale: l’immagine fiabesca e sdolcinata, che nel Vangelo non esiste. (Papa Francesco).
  • Le cose più belle della vita non si guardano con gli occhi ma si sentono con il cuore. Un caloroso augurio per questo giorno di Santo Stefano.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!