Seguici sui social

Web

Caorle, ordina una pizza e gliela portano con una bestemmia scritta con la panna

Il curioso episodio in provincia di Venezia. Il cliente ha raccontato la sua disavventura, recensendo il locale su TripAdvisor e pubblicando la foto della pizza

Pubblicato

il

Pizza margherita
Foto di repertorio

Curioso episodio a Caorle, in provincia di Venezia. In una nota pizzeria del posto un cliente si è visto servire una pizza con una bestemmia scritta con la panna. Un episodio che ha dell’incredibile e che è stato raccontato dal cliente che ha recensito il locale su TripAdvisor. La recensione è diventata subito virale sul web soprattutto per la foto della pizza che è arrivata al tavolo, con su scritto l’espressione blasfema.

«La fantasia del pizzaiolo» è il titolo della recensione sul noto sito di recensioni. «Il pizzaiolo ha avuto la brillante idea di scrivere una bestemmia. Tutto il resto non lo descrivo, titolare compreso che ha messo in dubbio la mia parola. Fortunatamente avevo già fatto la foto», si legge. «Ho anche pagato il conto perché sono un signore, mentre il titolare non si è degnato nemmeno di offrire un caffè», ha concluso.

Recensione Tripadvisor Caorle

La foto, in poche ore, ha fatto il giro del web, scatenando qualche risata e anche qualche polemica. Secondo alcuni quotidiani locali, il titolare della pizzeria avrebbe licenziato il pizzaiolo, spiegando che sta attraversando un momento complesso dal punto di vista personale. Il ristoratore ha anche risposto alla recensione online, esprimendo «profondo rammarico» per l’episodio, scusandosi con il cliente e invitandolo a contattarlo in privato.

Il titolare della pizzeria «Ho tentato di scusarmi»

«Sono il titolare e non so esprimere il mio più profondo rammarico dell’accaduto, sono rimasto così sconvolto e tutto è successo così in fretta che non sono riuscito a mettere a fuoco una situazione mai e ripeto mai successa in quasi cinquanta anni di attività, ponendo il cliente sempre al primo posto della nostra attenzione» il messaggio in Rete del proprietario del locale che parla di problemi di vita privata e comunque non «giustifica certi comportamenti che possono andare a influire sul nostro lavoro e sulla nostra professionalità e quella degli altri». Di qui le scuse e la richiesta, al cliente, a richiamare, «per aver modo di scusarmi in privato con lei e la sua signora. Vorrei avere la possibilità di rimediare e di poter chiarire di persona con lui e scusarmi».

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!