Seguici sui social

Cronaca

Chiuso Pronto Soccorso di Napoli: al San Giovanni Bosco piovono formiche

Situazione shock all’A.S.L. Napoli 1, invasa per la seconda volta da centinaia di migliaia di formiche. Agitazione al San Giovanni Bosco

Pubblicato

il

Ospedale San Giovanni Bosco Napoli
ANSA/CIRO FUSCO

Fenomeno allarmante quello verificatosi oggi, 19 dicembre, tra le mura del Pronto Soccorso di Napoli dell’ospedale San Giovanni Bosco. Corridoi e stanze occupati da una schiera di formiche; fatto ancor più preoccupante è lo sconcertante rinvenimento degli insetti fra i medicinali della struttura.

Inutile sottolineare lo stupore e la rabbia dei presenti, che hanno assistito alla chiusura dell’accettazione chirurgica dalle 12:00 alle 13:00 per una rapida disinfestazione. La struttura campana si era già trovata sotto i riflettori per la medesima motivazione, ma a quanto pare sembra gradire le luci della ribalta.

Chiuso Pronto Soccorso di Napoli: c’erano una volta…ancora formiche

Poco più di un mese fa, al San Giovanni Bosco, una donna asiatica fu ricoverata e intubata su un letto pieno di formiche. Per quella vicenda un medico e tre infermieri rischiarono il proprio posto di lavoro. Ma cosa deve voler significare il ripresentarsi dello stesso episodio a distanza di un mese? Mancanza totale di igiene e sicurezza.

I fatti che hanno visto protagonista il Pronto Soccorso di Napoli non smettono di preoccupare la popolazione locale e non.
L’ambiente ospedaliero deve poter garantire tutte le condizioni indispensabili al paziente, obiettivo che l’Asl napoletana sta mancando del tutto.

La seconda invasione delle formiche rappresenta un vero e proprio schiaffo morale a tutti coloro che si affidano all’ente sanitario e che notano , così, la totale noncuranza da parte dei piani alti.

Ad aprire uno spiraglio di luce è il membro della commissione Sanità, Francesco Emilio Borrelli, che assicura una vigilanza quotidiana e spietata per evitare che casi del genere possano riaccadere e afferma: “Quello che è successo oggi deve essere l’ultimo capitolo di una saga fatta di incuria e carenze igieniche inaccettabili. Chi mette piede in un ospedale ha il sacrosanto diritto di ricevere le cure in un ambiente salubre e pulito“.

Non saranno di certo un paio di frasi ben dette e un pizzico di immancabile sentimentalismo a tranquillizzare la popolazione. Cosa bisogna aspettarsi? Scarafaggi, larve o cosa? Noi speriamo un po’ di pulizia ed igiene.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it