Seguici sui social

Tecnologia

Marketing, quali sono i gadget promozionali per il prossimo inverno

Nonostante la svolta digitale abbia modificato radicalmente l’approccio alla promozione, favorendo l’utilizzo di nuovi canali, le aziende fanno ancora ampio ricorso ai gadget ‘brandizzati’

Pubblicato

il

Uomo felpa felice
Foto: Pexels.com

Le strategie promozionali basate sui gadget personalizzati sono, ancora oggi, una preziosa risorsa per consolidare un brand nel proprio segmento di mercato. Nonostante la svolta digitale abbia modificato radicalmente l’approccio alla promozione, favorendo l’utilizzo di nuovi canali (social, piattaforme di condivisione video, app per smartphone e siti web), le aziende fanno ancora ampio ricorso ai gadget ‘brandizzati’, facendo leva sulle potenzialità di questi ultimi.

Applicando i principi del visual marketing, infatti, l’oggetto fisico viene concepito e sviluppato in maniera tale da veicolare un messaggio, ossia trasmettere al destinatario non solo le informazioni relative al marchio ma anche i valori ed la mission che lo contraddistinguono. In aggiunta, l’oggettistica personalizzata conserva un’apprezzabile flessibilità, dal momento che è possibile applicare un logo o un marchio su di una vasta gamma di articoli.

I gadget “invernali”

Finita l’estate, la selezione degli articoli da utilizzare per le campagne di promozione cambia sensibilmente, orientandosi su oggetti di vario tipo che vengono comunemente utilizzati durante il periodo tra l’autunno e l’inverno.

Ciò è particolarmente evidente per quanto concerne i capi di abbigliamento, sia tecnico che per uso quotidiano: vengono accantonate t-shirt e polo, a favore di maglioni, felpe, giacche, impermeabili e giubbotti. Questi ultimi, in particolare, rappresentano un’opzione particolarmente gettonata, in quanto coniugano praticità e funzionalità.

I giubbotti personalizzati, come quelli presenti all’interno del catalogo del sito specializzato Duelle-Promotions, soddisfano una chiara esigenza pratica; in aggiunta, offrono un’ampia superficie disponibile per la personalizzazione, soprattutto sul retro. Di conseguenza, risultano particolarmente utili a chi li riceve (in quanto può utilizzarli quotidianamente) e, al contempo, sono funzionali alle strategie promozionali dell’azienda che li distribuisce.

Assieme ai giubbotti, la gamma dei gadget invernali include le felpe (con cappuccio, sia con la zip che senza, e a girocollo), le giacche antivento, k-way, softshell, berretti, guanti e fasce scaldacollo, oltre agli immancabili ombrelli. Molti di questi capi possono anche rientrare in linee di abbigliamento tecnico, offrendo le stesse possibilità di personalizzazione

Come funziona la promozione tramite gadget?

Le strategie promozionali che fanno leva sull’oggettistica personalizzata sfruttano i presupposti teorici del già citato visual marketing. In base a questo approccio teorico, sviluppatosi a partire dagli anni Sessanta, l’oggetto fisico non viene più percepito in base alle proprie caratteristiche tecniche e funzionali ma come un insieme di queste ultime e delle prerogative estetiche e costruttive. In altre parole, la percezione pragmatica dell’oggetto ha lasciato posto ad una più ampia.

Le aziende specializzate in merchandising promozionale fanno leva su questi principi per sviluppare e realizzare soluzioni sempre più efficaci. In sostanza, l’oggetto viene concepito per raggiungere un duplice obiettivo: da un lato risultare utile per chi lo riceve (e dovrà utilizzarlo), dall’altro contribuire a promuovere positivamente il brand.

Le due cose, in realtà, sono in stretta correlazione tra loro e contribuiscono ad attivare il meccanismo che sta alla base della distribuzione di oggettistica personalizzata. Chi riceve un oggetto gratuitamente, sviluppa un sentimento di gratitudine nei confronti di chi glielo ha recapitato (l’azienda, non il distributore materiale). Ciò crea una naturale associazione positiva tra l’oggetto e l’azienda e, di conseguenza, tra il gadget e il marchio che vi è raffigurato sopra.

Tale associazione è tanto più forte se l’articolo risulta essere funzionale e di buona qualità mentre può essere inficiata se l’oggetto presenta dei difetti estetici o funzionali. Questa dinamica è molto importante perché consente di rafforzare l’identità e la reputazione del brand.

I capi di abbigliamento personalizzati, ad esempio, rendono il logo (e di conseguenza l’azienda stessa) maggiormente riconoscibile, sia in contesti di retail sia, più in generale, rispetto a soggetti concorrenti. La qualità dei gadget, invece, consolida la ‘brand authority’, ossia la considerazione che il pubblico ha dell’azienda.

Notizie Flash

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it