Seguici sui social

Salute

Musica, Justin Bieber ha il volto paralizzato: “Ho la sindrome di Ramsay Hunt”

Il cantante canadese: “Non riesco a chiudere un occhio, né a sorridere. Non posso esibirmi”. Ma cos’è questa patologia?

Pubblicato

il

Justin Bieber ha la sindrome di Ramsay Hunt. Lo ha annunciato lo stesso artista canadese in un video. In quest’ultimo, Bieber si è mostrato ai suoi fan con una parte del volto quasi completamente paralizzata. L’annuncio è avvenuto via Instagram, con il cantante che ha mostrato le sue condizioni di salute.

Il cantante canadese: “Non riesco a chiudere un occhio, né a sorridere. Non posso esibirmi”

Bieber ha annunciato che non riuscirà a esibirsi a causa delle sue precarie condizioni di salute: “Come potete vedere, quest’occhio non riesco a chiuderlo, non riesco a sorridere da questo lato della faccia, non riesco a muovere la narice. Non sono ovviamente in grado di esibirmi”, ha affermato il cantante.

Il canadese soffre dunque della sindrome di Ramsay Hunt, una malattia che gli ha portato un’evidente paralisi facciale che interessa una abbondante metà del suo volto. “Per coloro che sono frustrati dalle cancellazioni dei miei prossimi show, posso dire che non sono ovviamente in grado di effettuare performance”, dice Bieber.

Sindrome di Ramsay Hunt Justin Bieber: cos’è, cura alla malattia

Ma che cos’è la sindrome di Ramsay Hunt di cui è affetto Justin Bieber? Si tratta di una patologia neurologica che deriva dall’infezione da virus Herpes Zoster. È dunque quest’ultimo organismo che comporta che si verifichi la paralisi dei nervi del volto e la formazione di vesciche sull’orecchio esterno e interno, vicino al naso e alla bocca. Tra le conseguenze più spiacevoli c’è anche la possibilità di perdere l’udito, condizione, anche questa, piuttosto complessa da affrontare.

La cura alla sindrome di Ramsay Hunt, per fortuna, esiste. Premesso che in questo caso è fondamentale la tempestività del trattamento, dato che prima si interviene sulla malattia e più facile è il decorso, per curarla, indipendentemente dalla sua tipologia, vengono utilizzati i corticosteroidi come il valacyclovir, l’acyclovir o il famciclovir.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it