Seguici sui social

Cronaca

Arrestato Matteo Messina Denaro. Comandante Ros: ‘Era in una struttura sanitaria per terapie’

Il capo della mafia si era recato nella clinica di Palermo “per svolgere delle terapie mediche”

Pubblicato

il

Dopo 30 anni di latitanza è stato arrestato Matteo Messina Denaro. Era il ricercato numero uno del Paese. Il superboss è stato catturato dai Carabinieri del Ros all’interno della clinica privata “La Maddalena” di Palermo, dove stava facendo delle terapie in day hospital. Nel documento falso esibito ai sanitari c’era scritto il nome di Andrea Bonafede. L’inchiesta che ha portato alla cattura del capomafia di Castelvetrano (Tp) è stata coordinata dal procuratore di Palermo Maurizio de Lucia e dal procuratore aggiunto Paolo Guido.

Come riporta l’Ansa, alla Clinica Maddalena Messina Denaro si sottoponeva alla chemioterapia da un anno. Il boss, che aveva in programma dopo l’accettazione fatta con un documento falso, prelievi, la visita e la cura, era all’ingresso. La clinica intanto è stata circondata dai militari col volto coperto davanti a decine di pazienti. Un carabiniere si è avvicinato al padrino e gli ha chiesto come si chiamasse. “Mi chiamo Matteo Messina Denaro“, ha risposto.

Dopo il blitz nella clinica, Matteo Messina Denaro è stato trasferito prima nella caserma San Lorenzo, poi all’aeroporto di Boccadifalco per essere portato in una struttura carceraria di massima sicurezza. Insieme a Matteo Messina è stato arrestato anche Giovanni Luppino, di Campobello di Mazara (Tp), accusato di favoreggiamento. Avrebbe accompagnato il boss alla clinica per le terapie.

Messina Denaro, comandante Ros: ‘Era in struttura sanitaria per terapie’

«Oggi, 16 gennaio, i carabinieri del Ros, del Gis e dei comandi territoriali della Regione Sicilia e coordinate dalla Procura di Palermo, hanno tratto in arresto Matteo Messina Denaro all’interno di una struttura sanitaria dove si era recato per sottoporsi a delle terapie cliniche». È con queste parole che il comandante del Raggruppamento operativo speciale (Ros) Pasquale Angelosanto ha annunciato l’arresto del boss latitante da 30 anni.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!