Seguici sui social

Politica

Assemblea annuale Anci, Draghi ai sindaci: “Sarete al centro della stagione che abbiamo davanti”

Rinasce l’Italia, i Comuni al centro della nuova stagione è il tema del dibattito tra sindaci, amministratori locali e rappresentanti di aziende ed istituzioni, che ruoterà intorno alle sei missioni in cui è articolato il Piano nazionale di ripresa e resilienza

Pubblicato

il

Mario Draghi presidente del Consiglio
Foto: Flickr.com

A Parma si è conclusa la tre giorni della 38esima assemblea nazionale dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) dal titolo “Rinasce l’Italia. I comuni al centro della nuova stagione“. L’assemblea dell’Associazione si è svolta alle Fiere di Parma, dal 9 all’11 novembre e ha ospitato parallelamente ai lavori istituzionali, anche AnciExpo, l’incontro di grandi nomi del mondo dell’imprenditoria.

Tra i tanti temi c’è anche il piano di investimenti per la ripresa economica del paese dopo la dura crisi provocata dalla pandemia. Proprio su questo punto che si è soffermato maggiormente il presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi. “Voglio portare a voi Sindaci il ringraziamento del Governo e mio personale per il lavoro che avete svolto nei mesi difficili della pandemia“, ha detto il premier nel suo intervento all’assemblea dell’Anci.

Sindaci, sarete al centro della stagione che abbiamo davanti: una straordinaria occasione di riforme e investimenti, grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Il successo del Piano è nelle vostre mani, come nelle nostre. C’è bisogno di cooperazione tra tutti i livelli dell’amministrazione, nella fase di pianificazione degli investimenti e in quella di attuazione. Questo sforzo deve coinvolgere tutti: Comuni, Regioni, Ministeri. A pochi mesi dall’approvazione del Piano da parte della Commissione Europea, siamo pienamente nella sua fase di attuazione. Nelle prossime settimane il Governo ha in programma una serie di incontri in molte città italiane per confrontarci sulla sua realizzazione. Abbiamo già approvato 159 progetti di rigenerazione urbana su cui investiamo 2,8 miliardi“, ha detto il premier Draghi.

Draghi: “Impieghiamo 4,6 miliardi per il Piano per gli asili nido e le scuole dell’infanzia”

Non è la prima volta che i Comuni italiani si trovano al centro di cambiamenti epocali nel Paese. Nel dopoguerra sono stati i Sindaci a gestire le migrazioni interne che hanno accompagnato il miracolo economico. A presidiare la trasformazione dei borghi in città, delle città in metropoli. A interpretare nella realtà quotidiana i cambiamenti nella cultura e nei consumi che hanno rivoluzionato la politica e l’economia“, ha sottolineato Draghi.

Siamo impegnati per migliorare l’edilizia scolastica e rafforzare l’offerta formativa, anche per venire incontro alle esigenze delle giovani famiglie. Avviamo entro la fine dell’anno i bandi per la costruzione di nuove mense e palestre nelle scuole, a cui destiniamo 1,3 miliardi. Allo stesso tempo, lanciamo un concorso di progetto per realizzare 195 scuole innovative su tutto il territorio. Impieghiamo 4,6 miliardi per il Piano per gli asili nido e le scuole dell’infanzia, con l’obiettivo ambizioso di creare 228mila nuovi posti“. Così il premier Mario Draghi chiudendo l’assemblea dell’Anci a Parma.

Notizie Flash

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it