Seguici sui social

Calcio

Serie B, come funziona la finale dei playoff per la stagione 2022-2023

Bari e Cagliari si sfidano in un doppio confronto per determinare la terza squadra promossa. Ma qual è il regolamento della finale?

Pubblicato

il

Stadio San Nicola

Siamo ormai giunti all’atto decisivo: Bari e Cagliari si giocano la finale dei playoff di Serie B 2022-2023. Due partite con la formula di andata e ritorno in cui viene decisamente premiata la squadra meglio piazzata in classifica. Vediamo insieme, nel dettaglio, il regolamento dei playoff di B: chi passa in caso di parità, se sono previsti dei tempi supplementari.

Cosa prevede il regolamento per la promozione in Serie A

Il regolamento dei playoff di Serie B stabilisce il meccanismo per cui venga decretata la terza e ultima promozione in Serie A dalla categoria cadetta. Se il gap tra la terza e la quarta squadra in classifica non supera i 14 punti, il terzo posto per la promozione in Serie A è determinato attraverso dei play-off che coinvolgono sei squadre. Questi play-off sono organizzati in tre fasi: un turno preliminare, le semifinali e la finale. Le squadre che partecipano sono quelle classificate dalla terza all’ottava posizione.

Nel turno preliminare, la quinta squadra sfida l’ottava e il vincitore di questa partita sfiderà la quarta squadra. Allo stesso modo, la sesta squadra sfida la settima, e la vincitrice di questo match sfiderà la terza squadra. Infine, le due squadre vincenti delle partite con la terza e la quarta si sfidano nella finale per la promozione.

Tempi supplementari nella finale dei playoff di Serie B: come funzionano

Per le gare del turno preliminare, se alla fine dei tempi regolamentari il punteggio è in parità, si procede con i tempi supplementari. Se anche dopo questi il risultato rimane in stallo, la squadra che aveva un piazzamento migliore nella stagione regolare avanza alle semifinali, senza la necessità di effettuare tiri di rigore.

Ma per la semifinale e la finale dei playoff di Serie B 2023, il regolamento cambia. Se il punteggio aggregato dei due incontri è pari, la squadra con il miglior piazzamento nella stagione regolare procede alla finale, senza la necessità di tempi supplementari o tiri di rigore.

Pubblicità

Nella finale, se il punteggio totale rimane in parità, la squadra con la posizione più alta nella stagione regolare viene promossa in Serie A, senza bisogno di disputare tempi supplementari o tiri di rigore. Tuttavia, se le due squadre finaliste avevano accumulato lo stesso numero di punti durante la stagione regolare, allora si procederebbe con tempi supplementari e, se necessario, tiri di rigore.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: Culturando APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Atzori, 123 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!