Seguici sui social

Cronaca

G20, Draghi: “In Afghanistan emergenza umanitaria grave”

Il Premier ha sottolineato l’importanza di muoversi il prima possibile per salvaguardare i diritti delle donne e non fare un salto indietro di venti anni dopo la salita al potere dei talebani nel paese mediorientale

Pubblicato

il

Mario Draghi
foto: Wikimedia Commons

Un G20 dedicato interamente all’emergenza umanitaria che imperversa in Afghanistan. Il ritorno al potere dei talebani ha scatenato il caos nel paese mediorientale dopo venti anni di calma apparente. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha ribadito, a margine del suo intervento, la volontà dell’Italia di agire per ripristinare i diritti della popolazione afghana ed in particolar modo delle donne.

G20 Afghanistan, le parole di Mario Draghi: “Salvaguardare i diritti delle donne”

C’è la consapevolezza che l’emergenza umanitaria è gravissima” ha esordito così l’ex numero uno della Bce, sottolineando che “c’è gran disponibilità ad agire, c’è stata sostanzialmente una convergenza di vedute sulla necessità di affrontare l’emergenza umanitaria“. Ci dovrà essere unità d’intenti, ma sarà un’operazione complicata:

“E’ stato toccato da tutti il problema dei diritti delle donne, di garantire loro il diritto all’istruzione e di non tornare indietro di 20 anni. Affrontare la crisi umanitaria richiederà contatti con i talebani, ma questo non significa un loro riconoscimento. Bisogna prendere atto che sono stati giudicati per ciò che hanno fatto, non per ciò che hanno detto”.

È un giovane ammiratore del giornalismo in tutte le sue sfumature che prova a raccontare la verità delle cose nel migliore dei modi. Giornalista praticante, attivista antimafia e ogni tanto scrittore di pensieri.

Notizie Flash

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it