Seguici sui social

Cronaca

Gesualdo, in gravi condizioni il 16enne che si è sparato un colpo alla testa: è ricoverato al Moscati

Il ragazzo, che lotta tra la vita e la morte, è intubato nel reparto di terapia intensiva del nosocomio avellinese. Al momento non sono chiari i motivi che avrebbero spinto il giovane a compiere l’estremo gesto

Pubblicato

il

Ospedale Moscati Avellino
foto: irpiniafocus.it

È in gravi condizioni il 16enne di Gesualdo che si è sparato un colpo alla testa nella giornata di lunedì. Il ragazzo, residente del comune nella provincia di Avellino, lotta tra la vita e la morte, ed è intubato nel reparto di terapia intensiva della Città Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”.

Gesualdo, 16enne si spara alla testa: la ricostruzione

Come riportato da IrpiniaTv, il giovane, che era solo in casa, avrebbe preso la pistola detenuta, legalmente, dai genitori e si sarebbe incamminato verso un terreno nei pressi dell’abitazione. Avrebbe poi fatto fuoco a distanza ravvicinata, procurandosi una grave ferita alla testa.

I familiari del 16enne, una volta rincasati, hanno allertato i sanitari del 118 che hanno celermente trasportato il ragazzo presso il pronto soccorso del nosocomio del capoluogo irpino. Le sue condizioni sono tutt’ora molto critiche.

I Carabinieri della locale stazione, intervenuti per i rilievi del caso, stanno indagando per ricostruire la dinamica del tragico episodio. Al momento non si esclude la pista dell’incidente, ma quella più battuta è del tentativo di suicidio.

È un giovane ammiratore del giornalismo in tutte le sue sfumature che prova a raccontare la verità delle cose nel migliore dei modi. Giornalista praticante, attivista antimafia e ogni tanto scrittore di pensieri.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it