Seguici sui social

Musica

Sanremo 2023, i Coma Cose cantano “L’Addio”

Un arrivederci dopo una lunga storia d’amore, non propriamente un ultimo saluto: tante vivide immagini, come sempre, nel brano del duo

Pubblicato

il

Coma Cose

Hanno emozionato tutti al Festival di Sanremo 2023, i Coma Cose, con la loro “L’Addio”. Una canzone profonda, sentita, come del resto tutti i brani del duo e coppia musicale che proprio a Sanremo 2021 si era fatto conoscere da tutta Italia con “Fiamme negli occhi“. Ecco testo e significato di L’Addio dei Coma Cose.

Qual è il significato del brano portato al Festival

La canzone dei Coma Cose “L’Addio” parla, appunto, degli addii, degli ultimi saluti. Ma il titolo non tragga in inganno: l’amore, alla fine, resta. Un arrivederci dopo una lunga storia d’amore che comunque resta fra i protagonisti. “Davanti al mio cuore c’è una ringhiera, sul tuo che è sempre stato uno strapiombo. Lo sai che mi è piaciuto anche caderci. Sì, però mica poi toccare il fondo”. Sempre molto vivide le immagini dei Coma Cose, il cui brano sembra essere piaciuto anche alla critica dei telespettatori sui social.

L’Addio dei Coma Cose a Sanremo 2023: il testo della canzone

Essere veri quanto può far male

Quando non è concesso litigare

Per non deludere le aspettative

Pubblicità

Dopo sei anni di diapositive

Nel camerino il pianto cola il trucco

Restare zitti per non maledirsi

Come un silenzio che racconta tutto

La cicatrice quando togli il piercing

Pubblicità

Davanti al mio cuore c’è una ringhiera

Sul tuo che è sempre stato uno strapiombo

Lo sai che mi è piaciuto anche caderci

Sì, però mica poi toccare il fondo

Magari è solo questa vita strana

Pubblicità

Con le valigie sempre mezze fatte

Magari è solo che ci si allontana

Se si vuole ciò che si combatte

E sparirò ma tu promettimi che

Potrò sempre ritornare da te

Pubblicità

Se mi dimentico me, com’ero

Quando l’orgoglio era ancora intero

E comunque andrà

L’addio non è una possibilità

E forse arriverà davvero il giorno

Pubblicità

In cui diventerai solo un ricordo

O ce ne andremo via come uno stormo

Che con l’autunno poi farà ritorno

Quel tempo trascorso

Non puoi cancellarlo

Pubblicità

Ti resta sul volto

Sarò come quel fumo

Che disegna sul muro

La cornice che hai tolto

C’era una foto dove ci guardiamo

Pubblicità

Gli occhi felici dopo i giorni brutti

Ed ogni tanto lo dimentichiamo

Ma il nostro fuoco lo hanno visto tutti

Forse diventeremo due stranieri

In viaggio su respiri più leggeri

Pubblicità

Chissà se piloti o passeggeri

E sparirò ma tu promettimi che

Potrò sempre ritornare da te

Se mi dimentico me, com’ero

Quando l’orgoglio era ancora intero

Pubblicità

E sparirai ma tu promettimi che

Vorrai sempre ritornare da me

Se ti dimentichi te com’eri

Quando non c’ero tra i tuoi pensieri

E comunque andrà

Pubblicità

L’addio non è una possibilità

Non è una possibilità.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: Culturando APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Atzori, 123 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!