Seguici sui social

Cronaca

Lampedusa, soccorso un barchino di migranti: morto un neonato per ipotermia

La Procura di Agrigento, con il suo facente funzioni Salvatore Vella, ha già disposto il nulla osta alla sepoltura del cadavere

Pubblicato

il

Barchino migranti

Aveva solo 20 giorni il neonato morto su un barchino di migranti soccorso al largo di Lampedusa. La salma è stata trovata dai militari della Capitaneria quando hanno agganciato e soccorso, stanotte, il barchino con a bordo 36 persone, fra cui 9 donne e 2 minori.

Da quanto appreso il neonato era originario della Costa d’Avorio. Il piccolo, assieme alla mamma di 19 anni, era partito alle ore 4 di ieri da Mahres in Tunisia. Soffriva di disturbi respiratori e i genitori speravano di arrivare in Italia per riuscire a farlo curare. Il ‘viaggio della speranza’ era con la madre, perché il padre è rimasto in Tunisia.

La salma del neonato è stata sottoposta a ispezione cadaverica e il medico non ha riscontrato alcun segno esterno di violenza, ritenendo che il decesso sia avvenuto per ipotermia a causa delle condizioni di fragilità del neonato. La Procura di Agrigento, con il suo facente funzioni Salvatore Vella, ha già disposto il nulla osta alla sepoltura del cadavere. La mamma del piccolo è stata invece trasferita, così come i compagni di viaggio, all’hotspot di contrada Imbriacola.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!