Seguici sui social

Calcio

Pronostici scommesse: Napoli favorito a 1,55 nonostante giochi fuori casa

Vediamo quali sono le possibili soprese del nostro campionato e a che punto è la lotta salvezza

Pubblicato

il

Luciano Spalletti
Foto Zetanews.it

Il Napoli non arresta la sua corsa. Lo sanno molto bene gli operatori che, con i loro pronostici calcio sempre aggiornati, danno i partenopei favoriti nella sfida di domenica 19 febbraio contro il Sassuolo.

Archiviato un fenomeno nazionale (e delle scommesse) come il Festival di Sanremo, si torna a parlare di calcio. Il Napoli non frena la sua corsa, vince in casa con le Cremonese e si porta a 59 punti in classifica, quasi un record assoluto da quando il massimo torneo nazionale è a 20 squadre. Convince la squadra, la sua mentalità e sembra che, davvero, non abbia rivali. Anche gli operatori lo sanno e, come riportato dagli esperti di pronostici calcistici e scommesse sportive, la squadra azzurra è data come favorita anche nella sfida di domenica prossima contro il Sassuolo.

Nonostante i partenopei giochino in trasferta, il Napoli è dato a 1,55 contro la quota di 5,50 del Sassuolo in casa. Il pareggio, con 4,40 di quota media, non è un risultato che convince quanto una vittoria del Napoli schiacciasassi di questa stagione. Ma, d’altronde, come dare torto a questi pronostici Serie A o agli operatori stessi? Si sa, gli italiani amano scommettere. Puntano sulla Serie A ma sulla B così come sulla Serie D. Tutto fa brodo quando si parla di pallone e nulla appassiona di più di una partita di football. Ma c’è margine per qualche sorpresa in questo campionato o tutto è già scritto come sembra?

Gli scenari possibili nella stagione 2022-23 di Serie A

Inutile mentire: il Napoli insegna calcio in un campionato grigio. Non ci sembra, infatti, che nessuna squadra sia al livello dei partenopei che, diciamoci la verità, possono raccontare una bella storia anche in Europa. Non dimentichiamo, infatti, che proprio questa settimana il Napoli giocherà gli ottavi di Champions League contro l’Eintracht Francoforte, squadra abbordabile e, certamente, battibile. Ma il campionato? I punti di distacco sono tanti, l’Inter e il Milan non sembrano tenere il passo degli azzurri dall’inizio e, sinceramente, tranne disastri in salsa Napoli, non crediamo ci siano altri scenari possibili se non lo scudetto in Campania.

Certo, i 15 punti di penalizzazione alla Juventus per lo scandalo plusvalenze non hanno aiutato a trovare una strada differente al campionato ma, anche in campo, il Napoli ha battuto nettamente i bianconeri nel momento in cui sembrava che la Vecchia Signora potesse fare quel passo in più per rendere tutto meno scontato. Le due milanesi, specie il Milan, sembrano in crisi profonda. La squadra di Pioli ha vinto la sua prima partita dopo una striscia super negativa culminata con il 5 a 2 subito in casa proprio dal Sassuolo avversario del Napoli. L’Inter, ora in ripresa, ha vissuto mesi molto confusi senza l’attacco titolare a disposizione e con poche idee di gioco.

Pubblicità

Le romane, parliamoci chiaramente, sono troppo altalenanti. La Lazio di Sarri ha perso in casa contro l’Atalanta di Gasperini, non avvicinandosi in nessuna maniera a segnare. La settimana precedente, a Verona, ne era uscita con un pareggio risicato, troppo poco per puntare alla vetta della classifica. La Roma di Mourinho ha racimolato un punto a Lecce, ripresa dopo pochi minuti dal vantaggio di Dybala da un altro bel gol di Baschirotto, il difensore con il fiuto del gol. Insomma, ci sembra poco, molto poco, per dar fastidio al Napoli in classifica.

Pallone Serie A 2020-2021

Foto: Marco Stile, ZetaNews.it

E la lotta salvezza? Chi può essere risucchiato e chi sembra spacciato

Più interessante, come sempre, la lotta salvezza che vede la Cremonese ultima nonostante il cambio in panchina da Alvisi a Ballardini. La Sampdoria, vessata da tantissimi problemi societari, gioca con tanta grinta ma non riesce a racimolare punti. Nonostante la presenza in panchina di un guerriero come Dejan Stankovic, la squadra resta confusa e poco produttiva sotto rete. Un po’ più in alto abbiamo il Verona, reduce da prestazioni molto convincenti con lo Spezia a 19 punti e la Salernitana un po’ più su che spera di non essere risucchiata nei bassifondi. Lotta piena anche per la Conference, con un Monza molto intraprendente che continua a vincere e convincere. D’altronde, il Presidente Berlusconi è stato chiaro, il Monza non si nasconde più e punta, nei prossimi anni, allo scudetto. Sarà la squadra brianzola la vera sorpresa nel prossimo futuro? Con Berlusconi e Galliani lo abbiamo già visto nei decenni passati al Milan: tutto è, davvero, possibile.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: Culturando APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Atzori, 123 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!