Seguici sui social

Costume

La pelle grassa e i prodotti utili per combatterla

Quali sono i prodotti più validi in queste circostanze? Scopriamolo insieme

Pubblicato

il

Pelle grassa

La pelle grassa e asfittica è uno dei più diffusi inestetismi del viso. Brufoli, punti neri, uno strato di “unto” che ricopre il volto e soprattutto fronte, naso e mento: queste sono le sue principali manifestazioni, che ovviamente possono variare da persona a persona.

Tale problematica è fonte di disagio non solo per gli adolescenti e per i giovani, ma anche per gli adulti. Tuttavia non è difficile da contrastare con la corretta beauty routine e con l’utilizzo di cosmetici di qualità. Quali sono i prodotti più validi in queste circostanze? Scopriamolo insieme.

Crema idratante contro la pelle grassa

Innanzitutto, nei quotidiani rituali di bellezza è indispensabile una buona crema idratante.

Questa è consigliata in caso di pelle grassa per una serie di motivi. È in grado di purificare la cute e di pulirla in profondità; se realizzata con gli ingredienti giusti, riduce la formazione di sebo e lascia l’epidermide levigata, omogenea e luminosa.

Un’ottima preparazione, in questo campo, è la crema alla bava di lumaca di Nuvò Cosmetic. L’articolo in questione contiene collagene, allantoina, elastina, acido glicolico e mucopolisaccaridi, ed è studiato per garantire la salute e il benessere dei tessuti.

Pubblicità

Si tratta di una formulazione ecologica, nichel tested e pensata appositamente per la cura delle pelli grasse. Di conseguenza la percentuale di oli è bassissima, mentre quella di bava di chiocciola è elevata e non è inferiore all’80%. Il team di Nuvò è forte di una lunga esperienza nel ramo del wellness, e fornisce soluzioni utili per tutte le situazioni.

La ricerca dell’eccellenza è un cardine della filosofia del brand, proprio come l’amore per la natura e la volontà di tutelarla. Ne nascono creme efficaci e che seguono i più alti standard qualitativi. Entra nel sito https://www.nuvocosmetic.com/ per maggiori informazioni.

Il latte detergente

Se soffri di pelle grassa, un altro prodotto per te essenziale è il latte detergente. Questo rende il materasso cutaneo più morbido e liscio, lo nutre ed è fondamentale per un’operazione importantissima: la rimozione del make-up.

Struccarsi di sera è necessario sempre, ma a maggior ragione se il derma si caratterizza per un eccesso di sebo. I residui di phard, cipria ecc. occludono i pori e impediscono un’adeguata traspirazione. Inoltre le tracce di maquillage si accumulano sul viso, in una vera e propria patina che peggiora ulteriormente l’inestetismo.

Il siero

Il trattamento della pelle grassa, in aggiunta, richiede un siero. A differenza della crema idratante, questo ha una consistenza più liquida e si applica con l’aiuto di un dischetto di ovatta o di cotone.

Pubblicità

Chiaramente sul mercato vi sono tipologie diverse per ogni esigenza, per cui dovrai scegliere un siero adatto alla tua cute. Ancora una volta ti segnaliamo quelli alla bava di lumaca, che non si limitano a combattere l’epidermide grassa ma sono anche antiossidanti e indicati per prevenire i segni dell’età (rughe, macchie, linee di espressione e così via). Proprio ciò che serve per ottenere un risultato completo e trasversale con un unico preparato!

Uno scrub per esfoliare la cute

Lo scrub è un cosmetico basilare contro la pelle grassa. Esso è progettato per eliminare le cellule morte e le impurità, per far respirare i pori e ripristinare lo splendore originario del derma.

L’effetto peeling è determinato dai granuli, che rappresentano una parte indispensabile degli scrub esfolianti. E uno dei vantaggi è che questi composti possono anche essere realizzati in casa: per la struttura a granelli userai lo zucchero di canna oppure il sale grosso da cucina.

E per quanto riguarda gli altri ingredienti degli scrub homemade per pelli grasse? Via libera al succo di limone, che ha proprietà astringenti, e al miele, da amalgamare con il bicarbonato di sodio. Non tutti lo sanno, ma le banane mature sono perfette per contrastare questo difetto! Infine, i fondi di caffè sono ideali per attenuare brufoli, punti neri e in generale tutte le manifestazioni di questo tipo di cute.

Adopera il tuo scrub fai da te un paio di volte alla settimana, non di più per non irritare l’epidermide. Lava per bene il viso prima di distribuire il prodotto, e fai attenzione che la superficie sia totalmente asciutta.

Pubblicità

Quali sono le cause della pelle grassa?

Per concludere, vi sono degli stratagemmi per evitare la pelle grassa?

In realtà, questo problema è spesso genetico e alcune persone, quindi, sono naturalmente predisposte. Non di rado interviene anche il fattore ormonale, specialmente le alterazioni dell’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi.

Altre cause, però, sono connesse al nostro stile di vita: un’alimentazione errata, cattive abitudini come il fumo e l’alcool, un’esistenza sedentaria. Tutto ciò contribuisce all’insorgere di questo inestetismo, insieme all’assunzione di particolari farmaci come la pillola anticoncezionale e gli anabolizzanti.

Possiamo, dunque, fare del nostro meglio per combattere la pelle grassa? La risposta è sì. È importante mangiare in maniera sana ed equilibrata, fare un po’ di movimento giornaliero, struccarsi prima di dormire e impiegare i cosmetici di cui abbiamo parlato in precedenza. Vedrai che i buoni risultati non si faranno aspettare!

Pubblicità

Nata a Salerno il 2 aprile del 1999, è sin da piccola fotomodella e testimonial. Dal 2016 è fondatrice del blog www.chiarasmagazine.it ed Influencer su Instagram per i maggiori brand italiani e internazionali. Inviata televisiva di "A caccia di mostre" e "Storia e Misteri" in onda su Telenova, è altresì conduttrice televisiva. Studia giurisprudenza all'Università degli studi di Salerno.

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: Culturando APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Atzori, 123 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!