Seguici sui social

Calcio

Juventus, Di Maria su Instagram: “Basta bugie, sono felice in questo club”

El Fideo ha commentato su Instagram la polemica nata dopo la vecchia intervista diffusa dopo l’eliminazione dei bianconeri dalla Champions

Pubblicato

il

Juventus Stadium

Angel Di Maria ha voluto chiarire le insistenti voci che lo vorrebbero intenzionato a lasciare già a gennaio la Juventus in direzione Rosario. Il fuoriclasse argentino ha espresso a più riprese di voler tornare a giocare in Argentina e nelle scorse ore è girata sul web una sua vecchia intervista che non è piaciuta a molti tifosi della vecchia signora.

El Fideo oggi ha voluto spegnere tutte le polemiche e rassicurarei tifosi bianconeri ribadendo che onorerà il contratto che lo lega alla Juventus fino a giugno 2023.

Non sono abituato a dare spiegazioni quando leggo queste bugie, ma è ora di darle. Non so chi ha inventato le voci che parto a gennaio, le mie dichiarazioni che avete letto e sentito dove dico che andrò in pensione al “Rosario Central” (il club da cui sono partito) sono recenti, ma sono dichiarazioni che ho fatto dal giorno in cui sono arrivato per la prima volta a giocare qui in Europa nel 2007. Ciò non significa che voglio partire OGGI, né partirò a gennaio, per favore smettete di inventare notizie, sono molto felice in questo grande club, molto felice in questa città e quando sarò di nuovo in forma, darò alla squadra il meglio di me come ho sempre fatto quando ho giocato qui e in tutte le altre squadre dove sono stato. Amo giocare a calcio, non mi piace guardare le partite da casa, mi piace giocarle, quindi per favore non credete a tutto quello che leggete perché non aiuta, offusca solo il mio nome e il nome del club. Grazie mille fino alla fine“.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!