Seguici sui social

Web

PlantNet, l’app che riconosce le piante e i fiori: ecco come funziona

L’idea di un gruppo di scienziati francesi ha permesso di creare una community a tema verde: tutto ciò che c’è da sapere su questa app

Pubblicato

il

Plantnet logo
foto: logo di Plantnet

Sta arrivando la primavera, e gli appassionati del verde, dei fiori, dei colori e dei profumi della natura – allergie a parte – non aspettavano altro. È la stagione in cui Madre Terra dà il meglio di sé, offrendoci uno spettacolo sempre unico e irripetibile. Sarà capitato a tutti, durante una passeggiata in montagna, di avere la curiosità di capire che fiore è quello che tutti stanno guardando, e quali sono i frutti di quell’albero. La risposta a tutto ciò è PlantNet, l’app per riconoscere le piante. Vediamo insieme che cos’è e come funziona.

Che cos’è l’app per riconoscere le piante, e perché tutti ne vanno pazzi

L’idea di un gruppo di scienziati francesi, da alcuni anni, è diventata realtà: una app per riconoscere le piante, che funzioni davvero, e che riesca ad essere utile all’utente. Di più: a creare una vera e propria community attraverso il mondo della flora. È con queste intenzioni che nasce Plantnet, una delle applicazioni più popolari degli ultimi anni.

Si tratta di un’app mobile che permette di identificare una pianta semplicemente attraverso un’immagine, in maniera del tutto automatica. Uno strumento del tutto gratuito, che consente all’utente di conoscere, in pochi tocchi sullo schermo del proprio smartphone, tutto riguardo la pianta – o il fiore – di cui si intende sapere di più.

Lo scopo principale di Plantnet è quello di creare una vera e propria community attorno al mondo delle piante, dei fiori e di tutte le loro peculiarità, ma anche di aiutare gli scienziati a migliorare le proprie conoscenze in materia.

Come funziona Plantnet, e come fa a riconoscere le piante con il Plant Identification

Ma come funziona Plantnet? Per utilizzare questa applicazione non è necessario altro che fotografare la pianta di cui si intende conoscere nome e caratteristiche, e di caricare la stessa sulla app. Successivamente, si attiverà la fase di riconoscimento.

Il meccanismo che sta alla base del funzionamento di questo geniale strumento è piuttosto semplice: l’app, infatti, non fa altro che mettere a confronto la fotografia scattata in tempo reale con le immagini che sono raggruppate all’interno di un database botanico. Quello che verrà fuori, dunque, non è altro che il risultato di una semplice comparazione.

Per usare l’app, non servirà altro che scaricarla gratuitamente sul proprio smartphone, e avviarla attraverso una intuitiva interfaccia. Mediante questa schermata è possibile caricare la visualizzazione del database di piante e visualizzare tutte le informazioni delle quali si era in cerca.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

Notizie Flash

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it