Seguici sui social

Cronaca

Marche, ancora in corso uno sciame sismico: ecco cosa dicono i sismologi

I numerosi movimenti tellurici che si sono verificati non lasciano tranquilli i sismologi: “La terra potrebbe tremare ancora”

Pubblicato

il

Sismografo per il terremoto

È ancora in corso uno sciame sismico nelle Marche. La regione dell’Italia centrale, colpita da un violento terremoto nella giornata di mercoledì 9 novembre, è colpita da una serie di movimenti tellurici che stanno causando preoccupazione nella popolazione. Vediamo insieme che cosa dicono i sismologi a riguardo.

Cosa dicono i sismologi sullo sciame sismico nelle Marche: cosa aspettarsi

Tante le scosse di terremoto che si stanno verificando nelle Marche nel corso delle ultime ore. È dalla mattina di mercoledì che la terra trema, quando un potente sisma di magnitudo 5.7 ha scosso la costa pesarese, ed è stato avvertito a Pesaro, Urbino ma anche a Roma, Firenze, Bologna fino al nord Italia. Quella che l’Ingv ha definito la scossa più potente degli ultimi novanta anni ha portato a uno sciame sismico nelle Marche, di cui al momento ancora abbiamo riscontri.

Le scosse più rilevanti nelle ultime ore sono state una di magnitudo 3.5 alle 23:05 di ieri e un’altra di magnitudo 2.7 alle 00:15, ma anche nella serata di giovedì, alle 18.54, come riporta Ingv, un movimento tellurico di magnitudo 4.1 sulla costa anconetana è stato rilevato dai sismografi e avvertito dalla popolazione. Lo sciame sismico delle Marche è risultato in diversi terremoti, tutti circa di magnitudo 2, che vanno avanti, come detto, da ore.

Cosa aspettarsi da questo sciame sismico? Piero Farabollini, presidente dell’Ordine dei Geologi, ha spiegato ieri che non c’è nessuna correlazione tra l’evento sismico e le trivellazioni nel Mar Adriatico. Ma, intanto, i sismologi affermano che la terra potrebbe tremare ancora e ancora. “La fascia costiera e marina è una delle tre zone sismo-tettoniche delle Marche. Queste faglie possono produrre terremoti di magnitudo massima stimata di 6, a differenza delle faglie appenniniche dove si possono produrre sismi fino a 7”, le parole di Farabollini.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it

error: Contenuto protetto!