Seguici sui social

Tecnologia

Ablo App, cos’è e come funziona la chat con traduzione automatica

Tutto ciò che c’è da sapere su un servizio che sta spopolando sugli smartphone e i pc del mondo

Pubblicato

il

Ablo App
';

Parlare con un ragazzo in Indonesia, senza che nessuno dei due si sia direttamente messo in contatto con l’altro. Conoscere una donna a Porto Rico, solo con la pressione dello schermo del proprio smartphone. Scambiarsi pareri e consigli con un uomo in Norvegia, senza che tu abbia bisogno di conoscere la lingua dell’altro. Ecco cos’è e come funziona Ablo, la nuova rivoluzionaria app che permette di chattare con tutto il mondo, con un sistema di traduzione automatica decisamente innovativo.

Cos’è Ablo, l’app che ti fa chattare col mondo

Di’ ciao a tutto il mondo. In ogni momento. Ovunque ti trovi. In qualunque lingua“. Forse uno degli slogan che gli sviluppatori di questa fantastica applicazione hanno utilizzato per la sua promozione, riesce a sintetizzare meglio di qualsiasi altra cosa che cos’è Ablo. 

Si tratta di un’app che ha lo scopo di mettere in contatto persone di tutto il globo, con un semplice tocco. Chiedendo a tutti gli utenti di registrarsi, ma senza pretendere troppi dati personali. E, in più, la localizzazione è basata sul Paese di residenza, e non sull’esatto posto in cui si vive. Dunque, internazionalità, ma con un occhio anche alla privacy.

Si tratta di un servizio decisamente innovativo, che collega il mondo in maniera decisamente semplice. Con un tocco sullo schermo si fa partire un immaginario aeroplanino di carta. La destinazione, così come la persona con cui mettersi in contatto, le sceglie tutte l’app. Successivamente, l’utente sarà libero di vedere il nome e la provenienza della persona con cui si parla, e soprattutto di scegliere se iniziare la conversazione o abbandonarla subito.

Ablo App, come funziona la traduzione automatica

Sembrerebbe una ‘banale’ chat, direste. Cosa c’è di particolare in Ablo? La traduzione automatica delle frasi scritte in chat. Sì, perché l’app permette di scrivere nella propria lingua madre, e che il messaggio arrivi all’altro utente non nella lingua madre del mittente, ma in quella del destinatario.

In pratica, se l’app mi mette in contatto con Johnny dell’Ecuador, il mio messaggio sarà scritto in italiano, ma lui lo riceverà nella sua lingua, presumibilmente spagnolo. Viceversa, i suoi messaggi verranno scritti in spagnolo, ma io li leggerò in italiano.

Ablo App, le recensioni sullo Store di Google

La fantastica rivoluzione della democratizzazione delle lingue raccoglie finora recensioni estremamente positive. In tante, infatti, le voci che la descrivono come uno strumento davvero utile e divertente.

Facendo un giro tra l’App Store della Apple e il Play Store di Google, si evidenzia come, in particolar modo in quest’ultimo caso, i pareri siano decisamente favorevoli all’utilizzo di questo servizio.

Scaricare Ablo è ovviamente gratuito, per gli utenti iOS e Android. Che dire? Buona chat a tutti!

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

I più letti