Seguici sui social

Web

Glovo, cos’è e come funziona l’app: recensioni, lavora con noi, dove consegna in Italia

Tutto ciò che c’è da sapere su un innovativo servizio di consegna a domicilio e non

Pubblicato

il

Glovo Logo
';

Un innovativo servizio di consegna a domicilio di cibo (e non solo) è arrivato in Italia oramai da tempo. Si chiama Glovo, e la sua risulta una delle app più cercate sugli store degli smartphone del nostro Paese. Ecco tutto ciò che c’è da sapere su questa new entry nel mondo del delivery: cos’è, come funziona questa applicazione, dove consegna in Italia, e come candidarsi come Glover nella sezione ‘lavora con noi’.

Cos’è Glovo, e dove consegna in Italia?

Una startup spagnola, nata nel 2015 a Barcellona, e che di recente ha moltiplicato per due il numero di città in cui opera e aumentato in modo esponenziale gli utenti. Glovo sta decisamente spopolando in tutta Europa. Si tratta di un servizio di consegna a domicilio di cibo, e altri generi, che ha la caratteristica sempre più ricercata dagli utenti di permettere loro di acquistare, ritirare e farsi consegnare a casa la propria ordinazione.

Il meccanismo sul quale si basa questa azienda sta nell’offrire servizi urbani disponibili attraverso la sua app al fine di collegare in maniera efficiente il cliente con i beni di cui ha bisogno. Non solo food, come accennavamo in precedenza, ma anche generi farmaceutici e tanto altro. Tanto che la versione spagnola ha definito ‘quiero’, ossia ‘qualsiasi cosa’, la gamma di prodotti che si possono ordinare con Glovo.

Tra Spagna, Portogallo, Francia, Italia e Polonia Glovo può consegnare qualsiasi cosa in più di 140 città. Diversi, dunque, i punti dove consegna nel nostro Paese.

Come funziona Glovo: ecco come utilizzare l’app

L’app Glovo si presenta subito semplice e intuitiva. Come prima cosa, il servizio chiede all’utente di geolocalizzarsi, in modo che possa ordinare i prodotti in qualsiasi ristorante o negozio della città. Come spiega l’app, saranno i corrieri ad acquistare ciò che si ordina, e a consegnarlo a casa del cliente. Esiste la possibilità di registrarsi tramite Facebook o di creare un account.

Una volta effettuato l’accesso, occorre impostare l’indirizzo di consegna, e contrassegnarlo con una bandierina che si muove sulla mappa. Successivamente, l’app ti mostrerà i servizi disponibili in zona. Ad esempio, cliccando su ‘ristoranti’, verrà mostrata la lista di locali a disposizione.

Inoltre, viene indicato il costo di consegna, che ha un range fisso, da 0 euro a massimo 4,90 euro. Altri tratti particolari? La spesa si può ordinare, a patto che sia trasportabile in motorino o in bicicletta e non superi i nove chili di peso. Inoltre, è possibile ordinare a un corriere di spedire un prodotto in un punto di ritiro.

Ma come pagare con Glovo? Il pagamento viene effettuato solo alla consegna, compiuta da un Glover, che potrai monitorare lungo il suo percorso.

Glovo lavora con noi, come candidarsi a diventare Glover

Come recita lo stesso portale di Glovo, “i Glover sono messaggeri indipendenti collegati alla nostra piattaforma. Si tratta di persone che hanno tempo libero, un mezzo di trasporto loro ed uno smartphone“. È proprio nell’espressione ‘tempo libero’ l’innovatività del servizio: i corrieri, infatti, possono decidere dove e quando connettersi, e quali ordini accettare, in una collaborazione in totale libertà.

La loro paga dipende dall’esperienza e dai voti ricevuti; tuttavia, è necessario un piccolo investimento: la tenuta, insieme al resto dell’equipaggiamento da glover, per i fattorini ha un costo di 15 euro. Glovo chiede una cauzione di 65 euro e al momento della riconsegna, restituisce 50 euro, trattenendone 15; chi non ha i soldi per la tenuta, se li farà scalare dalla prima paga.

Candidarsi a lavorare con Glovo è semplice: esiste infatti l’apposita sezione ‘lavora con noi’, nel quale basterà indicare il proprio nome e cognome, la propria mail, il numero di telefono e la città in cui si desidera lavorare.

Glovo recensioni: il parere degli utenti

Finora il parere degli utenti del web è ancora abbastanza contrastante, con alcuni commenti negativi, ma l’app di Glovo risulta tra quelle maggiormente di tendenza sugli store. Questo anche perché delle quasi 180mila recensioni, la grande maggioranza sono molto positive.

Ad ogni modo, sembra che ci sia ancora da migliorare. Va considerato però che si tratta di un servizio che all’estero ha avuto un grandissimo successo, raddoppiando il suo numero di utenti, superando ora i 7 milioni di utenti della piattaforma e consegnando oltre 46 milioni di ordini dalla sua fondazione.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, e nel 2018 in Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

';

I più letti